Agenda Digitale, è l’ora della consultazione pubblica

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Agenda Digitale a giugno

La consultazione è divisa per aree tematiche: infrastrutture e sicurezza, eCommerce, Alfabetizzazione digitale e Competenze digitali, eGovernment, ricerca & innovazione e smart cities & communities

Per dotare l’Italia di infrastrutture e servizi basati su Internet, la cabina di regia ha lanciato la fase di consultazione pubblica dell’Agenda Digitale. In questa fase verranno raccolti contributi di tutti gli stakeholder: dall’11 aprile sino all’11 maggio, cittadini, organizzazioni e istituzioni interessati potranno sottoporre sul sito di Agenda Digitale i propri contributi, proposte ed idee.

Come spiega il sito: “I contributi alla consultazione saranno analizzati dall’intera cabina di regia per la definizione delle politiche di sviluppo del Paese basate sull’economia digitale. La consultazione è divisa per aree tematiche “infrastrutture e sicurezza“, “eCommerce“, “Alfabetizzazione digitale e Competenze digitali”, “eGovernment“, “ricerca & innovazione” e “smart cities & communities”. È possibile rispondere a tutte o solo ad alcune aree di interesse“.

Il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, ha annunciato la nascita del pacchetto di spinta alla digitalizzazione delle imprese e del sistema Paese (Digitalia) per il prossimo giugno. La Commissaria europea per l’agenda digitale, Neelie Kroes, al Forum della Confindustria Digitale a Roma di settimana scorsa, ha spiegato che solo il ritardo nella banda larga costa all’Italia l’1,5% del Pil. nel Nel mercato Ict entro il 2015 infine serviranno 700.000 professionisti.

Agenda Digitale a giugno
Agenda Digitale , aperta fase consultazione pubblica
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore