Agenda digitale e Start-up, è l’ora del toto-nomine

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaStart Up
Il ministro Corrado Passera studia il bando di gara per l'asta delle frequenze televisive del digitale terrestre in arrivo in 30-40 giorni

Ferve l’attesa per la nomina del direttore dell’Agenzia per l’Italia Digitale che raccoglierà le funzioni finora svolte da DigitPa, Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, Dipartimento per la digitalizzazione della PA della Presidenza del Consiglio. A fine mese il decreto sulle Start-up

L’avvio dell’Agenda Digitale rientra nelle cosiddette “misure per la crescita”. L’Italia intende abbattere il digital divide, promuovere l‘e-commerce, de-materializzare la pubblica amministrazione (PA), digitalizzare scuola e sanità. Questi sono i principali obiettivi dell’Agenda digitale italiana, per sviluppare l’economia digitale in un paese che arranca alla 48esima posizione fra le 142 economie che detengono il 98% del PIL mondiale (dati: WEF).

Rinunciare a banda ultra larga e all’Agenda digitale 2020, all’Italia costerebbe un salasso: 850 miliardi di euro. Lo rivela un rapporto dell’Osservatorio sui costi del non fare che ha calcolato l‘impatto per l’Italia della mancata realizzazione della banda ultra larga e deli obiettivi dell’Agenda digitale. All’Italia i costi del non fare la banda ultra larga e del non raggiungere i target dell’Agenda Digitale, si aggirerebbero per circa il 3% del PIL annuo per il prossimo ventennio. La Commissaria europea per l’agenda digitale, Neelie Kroes, poche settimane fa, ha spiegato che solo il ritardo nella banda larga costa all’Italia l’1,5% del PIL.

Il dossier del ministro Corrado Passera su Agenda Digitale e Sart-up è dunque una priorità per la crescita del paese. Di stretta attualità è dunque la nomina del direttore dell’Agenzia per l’Italia Digitale che raccoglierà le funzioni finora svolte da DigitPa, Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, Dipartimento per la digitalizzazione della PA della Presidenza del Consiglio. I curriculum vitae dei candidati sono sui tavoli del premier Mario Monti e del ministro Passera. Secondo il Corriere della Sera, la partita è apertissima, ma i nomi che circolano con maggiore insistenza sono i seguenti: Salvo Mizzi, esperto di innovazione presso Telecom Italia e fellow della Kauffman Foundation; Paolo Barberis, fondatore di Dada, già al lavoro nella task force di Passera sulle start up; Alfonso Fuggetta, professore del Politecnico di Milano e direttore del Cefriel, consorzio del Politecnico di Milano; Stefano Parisi, che è a capo di Confindustria digitale. Atteso per fine mese è anche il decreto sulle start-up. Al centro del decreto saranno gli incentivi alle start-up, per accelerare la nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative, grazie a un pacchetto di interventi normativi, finanziari, fiscali, di semplificazione amministrativa ad hoc, mentre la recessione morde e fa crollare il numero di Under 30 titolari di imprese.

In materia di connettività, prima di tutto sarà azzerato il Digital Divide. La connessione Adsl dovrà essere accessibile a tutti entro il 2013. Il tema delle infrastrutture sarà al centro del Decreto Digitalia: in quanto, dopo aver superato il divario digitale, l’Italia dovrà passare velocemente al broadband: banda larga e collegamenti ad alta velocità entro il 2020. L’e-government verrà applicato ed esteso in maniera più concertata e capillare nei settori di giustizia, sanità e scuola, per accorciare le distanze fra cittadini e pubblica amministrazione (PA), rendendo i servizi veloci e sicuri, ma soprattutto “interoperabili” fra loro. Il dialogo fra sistemi e-gov è il perno della PA Digitale. Il governo Monti vuole creare un CERT italiano (Computer emergency response team), per elevare il livello di sicurezza. La sicurezza verrà estesa anche ai pagamenti elettronici per dare una spinta all’e-commerce italiano.

Corrado Passera, ministro dello Sviluppo economico, lancia l'Agenzia Digitale
Corrado Passera, ministro dello Sviluppo economico, lancia l’Agenzia Digitale 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore