Agenda Digitale, Huawei conferma gli impegni in Italia a Enrico Letta

AziendeMarketing
Il governo Letta presenta la Legge Stabilità
2 0 Non ci sono commenti

Huawei prepara programmi di formazione e di interscambio fra Italia e Cina dedicati a giovani talenti italiani. Il programma Talent Lab, già avviato nel 2013, proseguirà e coinvolgerà un centinaio di neolaureati. Gli investimenti in Italia sono strategici per l’azienda cinese

La scorsa settimana Sun Yafang, presidente del Gruppo Huawei, ha incontrato il presidente del Consiglio Enrico Letta. Nel corso dell’incontro a Palazzo Chigi; l’azienda cinese di Tlc e Mobile ha confermato i propri impegni in Italia, esprimendo la volontà di continuare ad investire sull’Italia, un Paese centrale nelle strategie di crescita di Huawi. “Grazie alla sua economia aperta,  alla sinergia con le istituzioni centrali e locali e alla presenza di un ecosistema storicamente favorevole allo sviluppo del settore dell’ICT, l’Italia è tra i primi mercati a livello europeo e mondiale per Huawei e costituisce un’area strategica e di elevata importanza nel suo sviluppo. Confermiamo il nostro forte impegno a investire e a collaborare con le istituzioni, le università e le aziende locali”, ha sottolineato Sun, Presidente del Gruppo Huawei.

Oltre a rinnovare l’impegno a lungo termine sul territorio italiano, nel corso dell’incontro Enrico Letta e Sun hanno affrontato gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale. Gli impegni si focalizzeranno soprattutto nelle tecnologie per mettere a punto l’Agenda Digitale e in programmi di Ricerca e Sviluppo in grado di offrire nuove opportunità di occupazione per i laureati italiani. Inoltre Huawei punta ad investire entro l’anno su programmi di formazione e di interscambio fra Italia e Cina dedicati a giovani talenti italiani: il programma Talent Lab, già avviato nel 2013, proseguirà e coinvolgerà un centinaio di neolaureati.

Huawei, sbarcata in Italia dal 2004, conta ad oggi oltre 700 dipendenti, di cui circa 100 impiegati nel Centro Globale di competenze per le tecnologie microwave di Segrate, che, dopo il debutto a fine 2011, rappresenta il fiore all’occhiello dell’azienda.

Huawei sta collaborando attivamente allo sviluppo della rete fissa a banda ultra-larga e alle reti mobili LTE di quarta generazione in Italia, al fine di favorire la rapida digitalizzazione dei servizi pubblici e un considerevole risparmio in termini di tempi e risorse”, ha confermato il Presidente di Huawei. “E’ nostra intenzione proseguire la collaborazione con il Governo italiano per contribuire attivamente allo sviluppo economico del Paese”. “Abbiamo trovato sul territorio esperienza e competenze nel settore ICT di altissima qualità. Intendo inoltre ringraziare formalmente – ha concluso Madame Sun – il Governo italiano e le istituzioni per il costante supporto che hanno offerto all’azienda in questi anni, con l’auspicio di poter proseguire questa ottima collaborazione anche in futuro”.

Huawei Ascend P6, lo smartphone più sottile al mondo
Huawei Ascend P6, lo smartphone più sottile al mondo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore