Aggiornare gli antivirus segno di patrottismo

firewallSicurezza

Negli Stati Uniti si sta predisponendo un nuovo piano per combattere gli attacchi informatici dei terroristi.

New York, USA – La paura di ulteriori attacchi terroristici non sembra diminuire, pur essendo trascorsi diversi mesi dai tragici eventi dellundici settembre 2001. Gli Stati Uniti continuano a sentirsi in pericolo, pur avendo minacciato guerra contro gli attentatori, in qualunque zona del mondo essi si trovino. Ma a fianco della strategia di attacco e di lotta contro questo male oscuro, gli Stati Uniti stanno predisponendo diversi piani difensivi per cercare di proteggersi in occasione di eventuali offensive. Allinterno di questo progetto di sicurezza non possono non rientrare anche le tutele prettamente tecnologiche, di fronte a un terrorismo che sa come sfruttare i mass media per diffondere messaggi propagandistici e rivendicazioni. Gli esperti americani di sicurezza, gia da diverso tempo infatti, hanno rilevato la possibilita di essere vittime di attacchi perpetrati via Internet. Le perplessita menzionate non sembrano affatto prive di fondatezza, in quanto numerose societa che si occupano di servizi di primaria necessita (quali, per esempio, la fornitura di acqua e di energia elettrica) utilizzano complesse reti di computer per il corretto funzionamento degli apparati tecnici da loro gestiti. Un eventuale attacco mirato a bucare un sito Internet di queste societa, per poi arrivare fino allinterno della rete aziendale, potrebbe creare immediatamente disservizi allintera popolazione dalle conseguenze davvero serie e preoccupanti. Proprio a tal proposito, gli esperti di sicurezza adesso annunciano la predisposizione in breve tempo di un piano nazionale per la protezione del cyberspazio. La particolarita di questa recente iniziativa consiste nel coinvolgimento dei normali utenti americani della rete Internet. Costoro, infatti, sono richiesti dagli organi governativi americani non solo di aggiornare frequentemente i propri programmi antivirus, ma anche di installare software ad hoc fornito dal Governo americano medesimo. Ciascun navigatore, dunque, pur non essendovi alcun obbligo legislativo, sara vivamente esortato a installare i menzionati programmi, che hanno lo scopo di predisporre difese informatiche contro alcuni ben conosciuti buchi in cui i crackers si infiltrano per violare il domicilio informatico di ognuno. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore