Ahead Nero 7 Premium Reloaded

Management

A un anno di distanza dal rilascio della versione 7, Nero rinnova la suite di
masterizzazione più apprezzata al mondo

Quando, dopo anni di aggiornamenti continui, un programma è diventato praticamente perfetto, che cosa si può fare per migliorarlo ancora? La risposta di Ahead, creatrice della suite di masterizzazione Nero Premium, è molto semplice: continuare a limare i difetti marginali, migliorare la documentazione e il setup per rendere tutto più facile, e aggiungere qualche funzione accessoria. Ecco perché la suite Nero 7 Premium Reloaded a prima vista è identica alla versione 7 originale. Il programma di installazione copia nell’hard disk del Pc circa 500 Mbyte di programmi e modelli, che compongono ventidue applicazioni per masterizzare Cd e Dvd, organizzare e riprodurre musica, video e fotografie, e … per telefonare su Internet. Infatti la ventiduesima applicazione della suite, novità rispetto alla versione 7 presentata un anno fa, è il programma Nero Sipps che emula sullo schermo un telefono in standard Sip compatibile con i principali provider VoIP. Registrandosi con pochi clic al servizio offerto da Ahead, si inizia subito a chattare con altri utenti di Nero Sipps, Icq, Aol e Msn e a telefonare o videochiamare in standard Sip usando il server messo a disposizione da Ahead, che gestisce anche la conferenza a tre. Per usare altri provider telefonici che permettono le telefonate verso i numeri di telefono tradizionali bisogna invece modificare manualmente le impostazioni, meno configurabili rispetto alle ampie possibilità di altri softphone gratuiti più celebri e apprezzati. La suite in versione Premium Reloaded si distingue da quella contenuta nel Cd-Rom a corredo di molti masterizzatori per due aspetti: tutti i ventidue programmi della suite sono accessibili e completi di ogni funzione, ed è inclusa una guida rapida in italiano di ventiquattro pagine stampata su carta. Le modalità di utilizzo sono le stesse delle versioni precedenti: le applicazioni della suite si possono richiamare individualmente dal menu Start di Windows, ma la porta maestra di accesso è il programma StartSmart che aiuta a scegliere il modulo più adatto al compito da svolgere. Da StartSmart si richiamano anche le utilità diagnostiche indispensabili per risolvere velocemente i problemi, e il programma Product- Setup che rende facilissimo scaricare e installare gli aggiornamenti, cambiare lingua o associare i programmi di Nero alle azioni predefinite di Windows. Il programma principale resta Burning Rom, arrivato alla versione 7.5 ma con lo stesso aspetto della versione 7.0 originale. Le novità sono poche ma importanti. La prima è il supporto Blue Ray, promesso sin dalla versione 7.0 e finalmente attivato in concomitanza dell’arrivo sul mercato dei primi masterizzatori in questo standard. S ono state eliminate le restrizioni di licenza che riguardavano la creazione e transcodifica dei contenuti Mp3Pro, ed è stato migliorato il supporto per l’hardware più recente come i masterizzatori lightscribe. L’aspetto della finestra di Burning Rom è completamente configurabile, e si può scegliere tra quattro differenti suddivisioni dei quadranti oppure rimuovere del tutto la finestra della cartella sorgente: in questa modalità si usa il drag&drop di Windows per aggiungere contenuti. La barra dei pulsanti è personalizzabile, con una modalità che ricorda quella delle barre di Microsoft Office. Le possibilità di intervento sul formato del disco sono ottime, ma grazie alle preimpostazioni non creano problemi di scelta: se qualche opzione è poco chiara, generalmente accettando il valore predefinito si ottiene un buon risultato. Gestire i Cd che contengono musica e video non è un problema, e l’estrattore di tracce audio (ripper) mantiene una copia locale del database Cddb di artisti e album per dare automaticamente il nome della traccia anche quando la connessione Internet è inattiva. Si può scegliere a piacere la regola di assegnazione dei nomi alle tracce estratte dal Cd, ed è possibile codificare in tempo reale nei formati Mp3, Mp3pro e Nero Digital. Nero Burning Rom 7 può anche transco dificare i file musicali per ottenere una raccolta di formato omogeneo, ma non lascia trasformare i file Wma in file Mp3. Nero Vision 4, il programma per creare Dvd e VideoCd, ora supporta anche le videocamere Hdv ad alta definizione, la codifica audio surround a 5+1 canali e i menu animati 2d e 3d. Con questi miglioramenti risolve tutte le necessità di chi vuole montare e riversare su Dvd o Cd i propri filmati con qualità semiprofessionale e con grande semplicità. Il programma è pilotato da procedure guidate passopasso per evitare errori e sviste. Il menu iniziale propone le attività fondamentali: cattura del video su hard disk, montaggio di un filmato e creazione di un Cd o Dvd. Nella fase di cattura si sceglie il dispositivo di acquisizione e il formato desiderato; tutto il resto è automatico. Il montaggio video, che si esegue durante l’attività chiamata Creare Film, ha tutte le funzioni di base. Si può definire una sequenza di video grazie a una finestra di timeline con miniature dei filmati, inserire transizioni e testo con diverse possibilità, abbinare la traccia audio al video. La fase di creazione del Cd/Dvd è altrettanto semplice, ed è possibile scegliere tra alcuni formati predefiniti per il menu di selezione delle scene. Nero Vision può anche creare Dvd con slide-show di fotografie, ed esportare il risultato finale in un file con formato a piacere. Uno dei formati di esportazione è Dv, per proseguire l’attività all’interno di un programma di video editing professionale senza perdite di qualità. Nel rinnovare la suite Ahead ha potenziato il componente NeroHome, che è il programma per la visione di filmati, Tv, musica e fotografie modellato su Windows Media Center. Si apre a pieno schermo e può essere comandato dai principali telecomandi per Pc; registra i programmi Tv e ha una funzione time-shift per mettere in pausa la trasmissione. Nella edizione reloaded è stata aggiunta la funzione PiP (Picture in Picture) per tenere sotto controllo il programma TV in corso di registrazione mentre si guarda quello principale. L’integrazione con il modulo Mediahome è migliorata: nelle versioni precedenti NeroHome era limitato alla visione dei filmati preregistrati e resi disponibili sulla rete Lan da un Pc che esegue il server Mediahome, mentre ora se il server Mediahome ha un sintonizzatore Tv è possibile vedere anche la trasmissione ricevuta in diretta. Con questa versione della suite fa la sua comparsa Nero Mobile, la controparte di NeroHome per i Pc palmari che eseguono Microsoft Pocket PC 2003/2005: un’interfaccia comoda e gradevole per richiamare filmati e musica. Chi usa Nero per eseguire il backup del computer può contare su un importante potenziamento del programma BackItUp, che ora non è più limitato al salvataggio dei dati ma può eseguire copie di intere unità, con clonazione degli attributi speciali dei file di sistema. Questa innovazione rende superfluo l’acquisto di un programma di backup separato, eccetto che per poche esigenze particolari in campo professionale. Recode è il programma che trasforma i file video da un formato all’altro. Ora supporta l’algoritmo di codifica ad alta efficienza H264/AVC High Profile, compatibile con l’alta definizione, perciò può trasformare un Dvd (precedentemente copiato su hard disk con gli appositi programmi) in un file Nero Digital altamente compresso e masterizzabile su un comune Dvd con minima perdita di qualità. Resta possibile riversare il risultato nuovamente in formato Dvd, eliminando le parti superflue per fare spazio. Queste funzioni richiedono una Cpu potente, soprattutto attivando H.264. Nero 7 Premium reloaded conserva le applicazioni per l’elaborazione di fotografie, la creazione di copertine, la gestione di slideshow su Cd e tutte le altre caratteristiche della versione 7.0. Ahead ha fatto un buon lavoro. La nuova versione della suite Nero continua ad essere una risposta completa alla maggior parte delle necessità di gestione dei file multimediali e di masterizzazione, aggiornata senza stravolgere le modalità d’uso ma con il supporto per i nuovi standard ad alta definizione. L’unica pecca è la mancanza di un componente per gestire i nuovi modi di ricevere, catturare e utilizzare audio e video dal Web come i podcast, le web radio e la web Tv.

Votazione: 95

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore