Ai francesi piace l’iPhone

Workspace

Sarebbero 70 mila i palmari Apple già venduti in Francia a partire dal lancio

Sarebbero 70.000 i palmari Apple già venduti in Francia a partire dal lancio del 28 novembre scors o; per i l 48% portatori di nuovi contratti Orange (France Telecom).

Lo ha dichiarato nei giorni scorsi Didier Lombard, CEO di France Telecom, smentendo le previsioni fosche degli analisti prima dell’operazione. In soldoni, sarebbe stato mantenuto l’obiettivo dichiarato che – stando alle agenzie del novembre scorso – era fissato “appena sotto le 100.000 unità”.

Lo sbarco francese dell’iPhone era stato ritardato dai problemi legislativi che rendevano illegale l’importazione – è il caso di dire tout court – del modello di business Apple (che prevede la vendita del telefonino ‘blindato’ sul pacchetto-servizi scelto dalla mela).

Problemi identici a quelli riscontrati in Germania e dove – con insolità flessibilità latina – T-Mobile si è inventata la fantastica scappatoia di affiancare l’offerta normale a quella dell’iPhone ‘unlocked’ al prezzo d’affezione di 999 euro (volutamente invendibile).

A poco più di un mese dall’acquisto, appena dopo il Mac World, 70.000 cittadini dell’Esagono potrebbero scoprire di avere in tasca un gadget obsoleto, per di più con un contratto GPRS di 24 mesi (e se poi si passa all’iPhone 3G che fine fa il GPRS?). Per una volta non dovrebbero lamentarsi i ‘gadgettisti’ dello Stivale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore