AI, il programma AlphaGo di Google batte l’uomo vince 4-1

Business IntelligenceData
AI, il programma AlphaGo di Google batte l'uomo vince 4-1
1 7 Non ci sono commenti

Storica vittoria di AlphaGo sul campione Lee Sedol, sconfitto 4-1. Eric Schmidt, executive chairman di Alphabet, ritiene che l’AI, frutto dell’acquisizione di DeepMind, verrà impiegato in tutti i servizi di Google

Il programma AlphaGo di Google (AI) esce vittorioso dal match “macchina contro uomo”, sconfiggendo il campione mondiale di Go, il 33enne Lee Sedol, 4-1. L’intelligenza artificiale (AI) di Google, frutto dell’acquisizione di DeepMind, si aggiudica il contest, giocando a un antico e complesso gioco di strategia, mettendo a segno una vittoria storica. Lee Sedol, pur essendo riuscito ad incassare solo una vittoria, ritiene che “l’uomo ha ancora buone chance”.

AI, il programma AlphaGo di Google batte l'uomo vince 4-1
AI, il programma AlphaGo di Google batte l’uomo vince 4-1

AlphaGo sfrutta algoritmi per imparare dagli errori e migliorare l’esperienza di gioco. Questa vittoria rappresenta una pietra miliare per il settore in ascesa dell’AI, come le vittorie del supercomputer Deep Blue di IBM contro l’allora campione del mondo di scacchi Garry Kasparov nel 1997 e nel 2011 la vittoria di Ibm Watson al tele-quiz Jeopardy. Gli esperti di artificial intelligence non si aspettavano una vittoria del’AI a un gioco come Go, per almeno un altro decennio, ma i progressi di Deep Mind hanno impressionato il mondo dell’IT e della scienza.

La tecnologia di AlphaGo, che è stata insignito del titolo onorario professionale di 9-dan (lo stesso livello d Lee Sedol), verrà applicata in altri campi, per creare algoritmi e programmi, per assistere gli uoini nel settore sanitario, nella scientifica e nella robotica.

AlphaGo utilizza tecniche sofisticate di machine learning come le reti neurali, per valutare posizioni e determinare le mosse.

Eric Schmidt, executive chairman di Alphabet, ritiene che l’AI verrà impiegato in tutti i servizi di Google.

Google devolverà il premio pari a 1 milione di dollari all’Unicef, a organizzazioni di beneficenza in ambito STEM (science, technology, engineering, and math) e di Go.

Go Ratings piazza AlphaGo al quarto posto, mentre Lee Sedol segue al quinto.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore