Ai pirati Windows 10 costerà circa 135 euro. In vendita anche su pennetta Usb

Sistemi OperativiWorkspace
L'insostenibile leggerezza di Nokia e la trimestrale di Microsoft
1 0 Non ci sono commenti

Chi ha una versione non valida, effettuerà l’aggiornamento a Windows 10, al prezzo di 135 euro. Microsoft potrebbe vendere Windows 10 su una pennetta Usb

Windows 10 è gratis (per un anno), ma non per tutti. Chi ha una versione non legittima, effettuerà l’aggiornamento a Windows 10, al prezzo di 135 euro. Ma si tratta di un prezzo “stimato”, non ancora ufficiale.

Ai pirati Windows 10 costerà circa 135 euro
Ai pirati Windows 10 costerà circa 135 euro

L’upgrade a Windows 10 è gratis (per un anno) per chi proviene da versioni valide (non piratate) di Windows 7 e Windows 8.1. La versione Home costerà 135 euro, o 99 sterline nel Regno Unito. Lo riportano Techradar e Arstechnica.

Chiunque abbia comprato un Pc negli ultimi 6 anni, quando debuttò Windows 7, potrà effettuare l’upgrade gratis a Windows 10, per un anno, a partire dal prossimo 29 luglio.

Il 29 luglio anche in Italia sarà il sospirato giorno di Windows 10, l’upgrade gratuito per un anno per chi aggiorna da Windows 7 e versioni successive, che segna il ritorno del menu Start, rafforzato dalle icone.

Comandi vocali, gestuali, scrittura e ologrammi sono i punti di forza della nuova esperienza offerta da Windows 10, che ha rinnovato Cortana per i comandi vocali e Microsoft Edge (ex project Spartan) per il browsing. Finalmente è l’OS ad adattarsi ai device su cui viene installato, e non l’utente a doversi adeguare alle nuove interfacce. Altra punta di diamante sono le apps universali: gli sviluppatori dovranno scrivere il codice una volta sola.

Secondo Windows Central, via pubblicazione tedesca di WinFuture.de, Microsoft potrebbe vendere Windows 10 su una pennetta Usb, che andrà ad affiancare i classici Dvd a scaffale in negozio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore