Al bando i virus informatici

firewallSicurezza

Auchan si libera dallo spamming e si protegge dai virus con eTrust Secure Content Manager, una soluzione di Computer Associates, capace soprattutto di gestire il problema con un alto grado d’automatismo, anche allo scopo di sgravare l’amministratore dall’eccessivo carico di lavoro

In un’azienda come Auchan, le applicazioni critiche sono soprattutto quelle interne al punto vendita, a partire dalle casse laddove deve essere garantita la continuità operativa. Il back-end, tipicamente, può aspettare, ma tutto è relativo e ha un limite. Anche la posta elettronica – cui pure sono dedicati due server con Microsoft Exchange in cluster – non è considerata mission-critical, ma quando si subiscono continui attacchi di spamming e cominciano a girare messaggi di posta falsi e offensivi apparentemente provenienti da importanti dirigenti (vittime, tra l’altro, di un furto d’identità) si devono prendere immediatamente seri provvedimenti. Perché in Auchan, dove lo spamming ha iniziato a dare fastidio già nel 2000, il problema lo si era inizialmente affrontato con un sistema freeware, ma questo, se in un primo momento è parso efficace dato l’esiguo numero di episodi, ha presto mostrato i propri limiti causando problemi aggiuntivi. L’architettura realizzata, infatti, prevedeva che tutti i messaggi sospetti venissero dirottati all’amministratore, il quale più vol- te al giorno doveva esaminarli per decidere se eliminarli o inoltrarli al destinatario. Si comprende subito che, all’aumentare dei messaggi, l’amministratore si è trovato a gestire una situazione difficile, con tempi che diventavano rapidamente inaccettabili e utenti che si lamentavano dei ritardi della posta. Inoltre, cosa ancora più grave, si poneva un serio problema di privacy. Senza contare che il numero di falsi positivi e negativi rendeva vani gli sforzi e privava il sistema d’efficacia. Quando all’inizio del 2004, si arrivò a registrare un picco di 3.000 mail indesiderate in un giorno, senza contare quelle che erano passate attraverso le maglie del filtro, Auchan ha deciso che era necessario dotarsi di una soluzione strutturata, capace soprattutto di gestire il problema con un alto grado d’automatismo, anche allo scopo di sgravare l’amministratore dall’eccessivo carico di lavoro.

Il vantaggio dell’integrazione Marino Vignati, Direttore Sistemi di Auchan SpA, ha così commentato la scelta effettuata: ?Abbiamo pensato subito a eTrust Secure Content Manager di Computer Associates, perché già conoscevamo l’azien- da che abbiamo sempre stimato anche per l’affidabilità dei suoi prodotti. In particolare, utilizzavamo già eTrust Antivirus, che ci aveva risolto un problema di conflitto generato dal precedente prodotto di un altro vendor. Abbiamo quindi pensato subito ai vantaggi di una soluzione integrata quale eTrust Secure Content Manager?. Il sistema è stato testato per tre mesi, verificando in modalità ?silente? la sua potenza, e prendendo confidenza con la sua gestione. Successivamente è stato messo in produ- zione, ma attivando la funzione di ?quarantena? per un selezionato numero di utenti, tutti appartenenti al Servizio Assistenza Sistemi, cioè il personale esperto d’informatica dislocato nei vari punti vendita e nei magazzini. Lo scopo era quello di formare il personale di supporto, testando contestualmente l’autogestione della posta elettronica. eTrust Secure Content Manager, infatti, consente di definire regole anche a livello di singolo utente, ottenendo, così, un filtraggio granulare che elimina virtualmente i falsi positivi. ?La flessibilità delle regole – ha sottolineato Vignati – è un grande vantaggio: una volta identificata una tecnologia di attacco spamming, è facile bloccare successive ondate della stessa natura?.Il successo della fase di collaudo ha permesso di estendere la delega di gestione a tutti gli utenti, con il risultato immediato di ridurre drasticamente il carico di lavoro per l’amministratore. La facilità d’utilizzo, la semplicità delle informazioni fornite dal prodotto (personalizzate in italiano), nonché il supporto fornito dal personale locale di CA, infatti, hanno evitato un impatto negativo sull’help desk centrale. L’amministratore non ha così più dovuto controllare direttamente tutta la posta fermata su ogni singola casella, ma solo quella bloccata dai macro-filtri posti a livello di server. Sicuramente la produttività dell’amministratore si è accresciuta, potendo così dedicare il tempo recuperato ad altre attività di più alto livello.Altro beneficio istantaneo è il rispetto della privacy, che viene garantito comunque nell’ambito delle policy aziendali, applicate a livello superiore.

Senza offesa per nessuno L’efficacia di eTrust Secure Content Manager è stata ampiamente dimostrata in Auchan, che ha resistito a massicci attacchi spam verificatisi anche di recente. Ciò dipende dalla capacità d’integrazione tra antivirus (di cui Auchan non manca di sottolineare l’importanza degli aggiornamenti automatici via Internet, con una protezione costante e autoaggiornata), antispamming, content email security, Url filtering e altro, che rende più facile bloccare attacchi tipo DoS (Denial of Service), virus e worm ibridi. Inoltre, è stato risolto il problema del furto d’identità e delle e-mail offensive. ?Il ritorno d’immagine anche all’interno dell’azienda – sostiene Vignati – è stato tangibile. C’è poi da considerare il fatto che, oltre ad aumentare la produttività degli utenti, abbiamo anche aumentato la loro percezione di sicurezza, tranquillizzandoli sul rischio che i loro Pc possano contrarre virus informatici?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore