Al CeBit Intel

ComponentiWorkspace

Nehalem-EX e il processore Westmere-EP saranno disponibili sul mercato alla fine del trimestre. Il nuovo modello di Classmate PC convertibile, con funzioni evolute di e-reading, nel secondo trimestre

Al CeBIT Intel annuncia alcune di novità relativamente ai processori : debuttano in Europa il processore Nehalem-EX e il processore Westmere-EP, disponibili sul mercato alla fine del trimestre. Intel introdurrà inoltre tre nuovi processori Intel Atom progettati appositamente per le applicazioni embedded. I visitatori possono, in anteprima, toccare con mano il Classmate PC basato su tecnologia Intel che sarà disponibile nel secondo trimestre del 2010.

Il processore Westmere-EP per server contiene 6 core e integra 1,17 miliardi di transistor: sono necessarie simulazioni su vasta scala eseguite su supercomputer estremamente veloci. Un ambiente High Performance Computing permette un elevato livello di complessità e un processo di sviluppo e produzione a costi contenuti.

I processori Intel per server di nuova generazione, attesi sul mercato nel corso del trimestre, scommettono sulla velocità di elaborazione. Intel offre ad -hannover la prima dimostrazione dal vivo del processore Nehalem-EX. Il chip è disponibile con fino a 8 core ed è in grado di elaborare 16 thread contemporaneamente. Intel introduce inoltre il processore Westmere-EP, il primo chip a 32 nm, che sarà disponibile alla fine del primo trimestre del 2010.

I processori Atom evolvon con:N450 e D410 single-core e D510 dual-core prevedono controller evoluti di grafica e memoria integrati direttamente nella CPU per prestazioni più elevate e una maggiore efficienza energetica. I tre processori sono abbinati a un controller di I/O ideale per il mercato embedded, Intel 82801HM, per una soluzione a 2 chip che offre funzionalità di I/O complete e una maggiore flessibilità tramite interfacce ad ampia larghezza di banda, tra cui PCI Express, PCI, SATA e connettività USB 2.0. Si tratta di tre processori ideali per applicazioni energeticamente efficienti e di formato ridotto, ad esempio nei segmenti di mercato delle soluzioni embedded industriali, print imaging e sicurezza digitale. Le CPU sono già disponibili a prezzi unitari per lotti da 1.000 unità che variano da 43 a 63 dollari USA.

Allla kermesse tedesca Intel porta infine un nuovo modello d i Classmate PC convertibile basato su tecnologia Intel, che combina estetica e robustezza oltre ad offrire tutta la funzionalità di un PC, funzioni evolute di e-reading, prestazioni più elevate ed efficienza energetica. Secondo le previsioni, i produttori di PC dovrebbero introdurre questo nuovo modello sul mercato nel secondo trimestre del 2010.

In linea con il tema del CeBIT di quest’anno, “Creare il futuro, insieme“, il messaggio di Intel si focalizza sulle possibilità offerte dall’Information Technology non solo in termini di aumento della produttività dei processi lavorativi e di miglioramento della qualità della vita a breve termine, ma anche per superare le sfide in campo sociale, economico e ambientale tramite sistemi collegati in una rete globale.

Christian Morales, Vice President e General Manager di Intel EMEA (Europe, Middle East e Africa) ha illustrato i progressi realizzati finora da Intel in questo contesto. Diane Bryant, Vice President e Chief Information Officer di Intel Corporation, ha sottolineato come l’IT contribuisce ad aggiungere valore all’interno dell’azienda e a superare la crisi economica.

Segui il CeBit 2010 sul Blog Eventi di NetMediaEurope

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore