Al Ces 2011 Toshiba mostrerà la sua Google Tv insieme a Vizio

AccessoriMarketingWorkspace
Sony Google Tv

Al prossimo Consumer Electronics Show di Las Vegas faranno la parte del leone tablet e Internet Tv. A partire dalla nuova Google Tv di Toshiba e Vizio

Dopo il lancio della prima Google Tv di Sony (con set-top-box di Logitech) e l’annuncio di una Google Tv di Samsung (prossimamente), Toshiba svelerà la propria Google Tv insieme a Vizio in occasione del Ces 2011 di Las Vegas. Lo riporta Bloomberg. Al Consumer Electronics Show di Las Vegas a gennao i piatti forte saranno i tablet e le Internet Tv.

I punti di forza di Google Tv consistono nel riunire il Web (a portata di browser Chrome), Tv, le applicazioni Web e il sistema di ricerca, tutto su un unico televisore. Come se si realizzasse effettivamente quella convergenza dei media di cui si parlava quasi 10 anni fa. A produrre la prima Google Tv è stata Sony: una Internet Tv con un telecomando con tastiera Qwerty e set-top-box ad hoc di Logitech.

Partner di Google nell’assalto al salotto digitale sono: CNN, New York Times, Amazon video on demand, i canali Cartoon Network e Hbo, Nba, Twitter, Napster, Cartoon Network.

I colossi dei network TV hanno finora sbarrato la strada a Google, che ha collezione una serie di niet da parte dei broadcaster (che vedono in Google un pericoloso concorrente): i no di Viacom (a cui fanno capo MTV, Comedy Central e BET), dopo quelli di Abc, Cbs, Fox ed Nbc. Viacom lascia comunque uno spiraglio aperto per futuri accordi: “Abbiamo bloccato l’accesso all’archivio Web dei nostri episodi in streaming da parte degli utenti Google TV, ma continuiamo a valutare la possibilità di ottimizzare il nostro sito per la piattaforma in questione“.

Infine il chip vendor inglese ARM (re dei tablet) corteggia Google per soffiare il posto a Intel sulle Google TV: vedremo cosa succederà.

La Google Tv di Sony: in arrivo Toshiba-Vizio
La Google Tv di Sony: in arrivo Toshiba-Vizio
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore