Al ritmo di Tarantella

Aziende

Di recente, il fornitore di software per l’accesso sicuro ad
applicazioni e dati, ha attraversato un periodo di cambiamenti;
rientrano in questo quadro un nuovo management e nuove acquisizioni

Prima era Sco, poi, nel 2001 con la cessione di ramo d’azienda a Caldera è diventata Tarantella. Sono stati due anni duri da allora a oggi quelli della società, come per la maggior parte delle realtà che sono partite nel 2001, anno di crisi dell’informatica. E’ ciò che sostiene Antonio Privitera, vice presidente vendita Sud Europa. “Soprattutto per l’impostazione troppo technical oriented e poco marketing oriented, prosegue. Oggi la situazione sta cambiando; il processo è partito lo scorso novembre e da gennaio si sono susseguiti cambiamenti importanti, tra cui l’ingresso di nuovi membri nel management team e nuovi fondi”. In quest’ultima direzione, in particolare, la società ha ricevuto un’iniezione di 16,35 milioni di dollari, attraverso un’operazione di finanziamento azionario privato, che va a rafforzare il bilancio in modo significativo. E il proseguimento del processo di acquisizioni va a completare l’offerta societaria. L’ultima acquisizione, in ordine di tempo, è quella di Caststream, società privata che produce cast:stream, software per l’e-learning e il broadcasting di presentazioni aziendali. E quello del collaboration software è quindi una componente che va ad arricchire l’offerta societaria, che comprende una suite completa di prodotti per architetture server-based, per accedere in modo sicuro, via Web, alle informazioni e alle applicazioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore