Albert Watson in mostra a Milano

Workspace

Si apre oggi a Milano la mostra del grande fotografo scozzese. Sony Italia tra gli organizzatori

Si è aperta oggi a Milano la prima retrospettiva di Albert Watson, battezzata “Frozen”, con il patrocinio del comune e in collaborazione con il Corriere della Sera e Sony Italia, che persevera nella sua strategia di “avvicinare l’arte all’elettronica di consumo”. E’ il secondo impegno milanese per Sony che a marzo aveva celebrato l’artista americano Peter Beard con una mostra personale nel cuore della città. Per quanto riguarda Watson, alla Rotonda della Besana sono esposte più di 250 opere che documentano l’iter professionale del grande fotografo, che da più di 40 anni fa della fotografia la sua arte, immortalando nell’obbiettivo il mondo della moda, paesaggi americani, artisti famosi, carcerati della Luisiana, volti e luoghi del Marocco. Perché “Frozen” come titolo della retrospettiva? Risponde Watson: “Frozen in time è un modo di dire inglese che esprime l’attimo in cui lo scatto della fotografia congela, ferma l’immagine per l’eternità. Non c’è parola migliore che possa esprimere l’essenza di questo evento”. Opere in mostra fino al 16 ottobre.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore