Alcatel annuncia i risultati trimestrali

Workspace

Fatturato a quota 3.039 milioni di euro.

Il Consiglio di Amministrazione di Alcatel ha approvato i risultati del terzo trimestre 2003, che presentano un fatturato di 3.039 milioni di euro, sostanzialmente in linea con i 3.149 milioni del secondo trimestre 2003 e in riduzione del 13% rispetto allo stesso trimestre dell’anno prima (-6% a tassi di cambio costanti). Il margine lordo, pari a 1.083 milioni è migliorato rispetto al terzo trimestre dell’anno precedente (965 milioni) raggiungendo il 35,6% delle vendite. Il risultato operativo è stato positivo per 160 milioni. Il risultato netto è stato negativo per 284 milioni pari a 0,23 euro per azione diluita (-0,27$ per ADS). Presentando i risultati, Serge Tchuruk, Chairman e Chief Executive Officer, ha affermato: «Siamo lieti di vedere che i risultati del terzo trimestre confermano le incoraggianti indicazioni in favore del ritorno alla profittabilità. Le continue azioni volte alla riduzione dei costi e il miglioramento del margine lordo hanno permesso di raggiungere il nostro obiettivo di breakeven al livello dei 3 miliardi di euro di vendite trimestrali, in anticipo rispetto alle previsioni. L’attività operativa ha continuato a manifestare un andamento sostenuto nell’accesso a banda larga, nelle reti mobili e nel mercato della comunicazione e del controllo per il settore ferroviario, riflettendo la nostra capacità competitiva in questi mercati. Positivi risultati sono stati registrati anche in mercati innovativi e con un notevole potenziale, come il 3G, l’IP e il software applicativo, settori nei quali stiamo ottenendo un favorevole riscontro dei considerevoli investimenti in Ricerca e Sviluppo condotti. I settori dei telefoni cellulari e dell’ottica continuano a registrare perdite operative. Nel complesso, le vendite del trimestre sono rimaste quasi stabili rispetto ai tre mesi precedenti, leggermente al di sopra dei consueti trend stagionali del trimestre, in un mercato che continua ad essere caratterizzato dalla forte pressione sui prezzi e dalla persistente forza dell’euro sul dollaro. La profittabilità delle vendite ha superato il 5% e la tesoreria netta resta solida attorno ai 500 milioni di euro. Stiamo completando il nostro programma di ristrutturazione con l’obiettivo di ottimizzare la nostra efficienza operativa attorno al concetto di «Una sola azienda», che può conseguire ulteriori economie di scala in corrispondenza dell’attuale volume di attività. Inoltre, sono in corso di preparazione misure per eliminare le perdite, nel corso del prossimo anno, nelle due aree dei telefoni cellulari e dell’ottica. Decisioni a tale riguardo saranno prese prima della fine di quest’anno. Il nostro obiettivo nella preparazione del piano operativo del prossimo anno è quello di conseguire un risultato netto positivo per il 2004, a monte del goodwill (costi di avviamento)». Parlando delle prospettive, Serge Tchuruk ha dichiarato: «Le vendite del quarto trimestre dovrebbero crescere sequenzialmente in una misura superiore al 20% rispetto al terzo trimestre, con una crescita della redditività delle vendite di alcuni punti. Con un risultato operativo per l’intero anno tornato positivo, abbiamo superato l’obiettivo del raggiungimento del pareggio operativo. Allo stesso modo, siamo fiduciosi nel raggiungimento dei nostri obiettivi di breakeven del risultato netto per il quarto trimestre, al lordo del goodwill e degli oneri straordinari. Per l’intero 2003, la perdita netta dovrebbe essere all’incirca equivalente al goodwill e agli oneri straordinari, mentre la nostra posizione di cassa netta dovrebbe confermarsi sugli stessi livelli della fine del 2002».

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore