Alcatel ricerca col Politecnico

Workspace

Il Politecnico di Milano entra a far parte del Research Partnership Program
di Alcatel

Il Politecnico di Milano entra a far parte del Research Partnership Program di Alcatel che così rafforza il suo coinvolgimento con l’area tecnologica milanese in maniera più strutturata e con un respiro internazionale. Il Politecnico è il primo partner italiano scelto per il programma. Come ha ricordato Samy Gattegno, ad di Alcatel Italia,? si tratta della collaborazione più importante di tutte quelle già attuate con il Politecnico di Milano. E’ anche una testimonianza della scelta di Alcatel di non cedere ala tentazione della delocalizzazione, anche nella ricerca?. Alcatel possiede a Vimercate, alle porte di Milano, il suo quartier generale mondiale della ricerca nel campo delle reti ottiche e dei sistemi di trasporto per telecomunicazioni a larga banda. L’obbiettivo del programma di partnership con i principali centri di ricerca mondiale, che sono ora solo dodici, è di ottenere per Alcatel l’accesso a expertise e competenze innovative offrendo reciprocamente in cambio la condivisione delle sue strategie a lungo termine e supporti che vanno dagli strumenti di didattica all’incubazione di imprese hi-tech. Il programma è gestito da un comitato di gestione congiunto che, definite le linee strategiche di collaborazione, seleziona progetti e supporta i team di ricerca. Del programma di partnership Alcatel nella ricerca fanno già parte istituti come l’Inria, l’università di Stoccarda, l’università del Texas di Dallas e il Sarnoff Research Institute. In Italia Alcatel spende in ricerca e sviluppo quasi 120 milioni di euro, circa il 12% del suo fatturato locale, realizzato per quasi il 60% nel settore delle comunicazioni fisse.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore