Alcuni Pc di Lenovo ostacolano Linux: le scuse e le spiegazioni ufficiali

Sistemi OperativiWorkspace
Alcuni Pc di Lenovo ostacolano Linux, ma non c'è complotto
1 0 Non ci sono commenti

Arrivano le scuse di Lenovo per la mancanza di compatibilità con Linux. Sul banco degli imputati è il design della cerniera a 360 gradi. Anche Microsoft non ha nulla a che fare con l’impossibilità di installare il software libero su alcuni modelli di Lenovo

Il primo vendor del mercato Pc è stato accusato di porre i bastoni fra le ruote al software libero Gnu/Linux. Alcuni modelli di Pc di Lenovo (Lenovo Yoga 900 ISK2, Yoga 900S e 710S) impediscono la migrazione da Windows 10 a Linux, tuttavia non c’è nessun accordo segreto con Microsoft alla base dell’impossibilità di installare Linux. Sul banco degli imputati era finita Intel Smart Response, la tecnologia per gestire l’SSD: l’estensione rispetto alla modalità standard AHCI, che nel firmware Lenovo viene chiamata RAID (ma in realtà è un meccanismo di caching). La distribuzione Linux su Yoga 900ISK2 non è in grado di individuare alcuna unità di storage, dal momento che le unità integrate sono impostate in modalità RAID e il BIOS installato non consente di configurarle come AHCI. Una controversa implementazione del BIOS di alcuni ultrabook di Lenovo, insieme alla scarsa documentazione fornita da Intel, hanno creato il caso. Per bypassare questo paletto, sembra che sia necessario installare un nuovo BIOS custom. Ma sul banco degli imputati rimane la cerniera a 360 gradi, il cui design non sarebbe supportato dal software libero.

Alcuni Pc di Lenovo ostacolano Linux, ma non c'è complotto
Alcuni Pc di Lenovo ostacolano Linux, ma non c’è complotto

Ma, dopo le spiegazioni iniziali errate, Lenovo si è scusata, additando il design della cerniera a 360 gradi: ha richiesto una modalità del controller “che sfortunatamente non è supportata da Linux, che pertanto non può essere installato. Oltre a ciò, altre funzionalità avanzate nel design dello Yoga con ogni probabilità non funzionerebbe con i prodotti Linux attualmente disponibili“.

Sia Microsoft che Lenovo hanno pubblicato una nota in cui spiegano di non aver bloccato Linux sui Pc Lenovo. Nessun complotto, ma solo tanta confusione: non c’è alcun accordo fra Lenovo e Microsoft, bensì un caso di compatibilità.

In qualità di azienda leader nel mercato PC mondiale, vogliamo continuare ad aggiungere valore per gli utenti realizzando prodotti unici e innovativi per il settore come la famiglia Yoga. In particolare, la nostra linea PC consumer per Windows è progettata specificamente e ampiamente testata per l’utilizzo con Windows 10. L’esclusivo design di Yoga 900 / 900S che consente una rotazione completa dello schermo e quattro differenti modalità di utilizzo, con una cerniera ispirata ai cinturini di alta orologeria, è progettato per ottimizzare le funzionalità touch di Windows 10. Il design della famiglia Yoga richiede driver molto specifici, complessi e unici che necessitano di un numero maggiore di test, per assicurare le migliori prestazioni con Windows 10. Per sfruttare la massima efficienza della famiglia di prodotti Yoga e del nostro esclusivo design, con le sue quattro modalità di utilizzo, abbiamo utilizzato un controller per lo storage non supportato da Linux, e che quindi non consente l’installazione di Linux sulla macchina. Oltre alle limitazioni nelle impostazioni del controller, esistono altre funzionalità peculiari della famiglia Yoga non supportate dall’attuale offerta Linux.
Lenovo non blocca intenzionalmente gli utenti che intendono utilizzare altri sistemi operativi come Linux sulla famiglia di prodotti Yoga, o altri dispositivi, ed è assolutamente impegnata a fornire certificazioni e indicazioni per l’installazione su Linux per una vasta gamma di dispositivi. L’elenco completo è disponibile alla nostra pagina di supporto
” ha scritto Lenovo.

Lenovo ha recentemente adottato la modalità RAID sugli SSD installati su alcune configurazioni dei prodotti in vendita, fattore che richiede alcuni passi aggiuntivi per supportare tutte le feature del sistema. Sono inaccurate le recenti dichiarazioni riguardo a problemi di installazione di natura software legati a Microsoft Signature” ha scritto Microsoft.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore