La guerra di Flash sotto la lente Antitrust

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

Il Ceo di Apple, Steve Jobs, ha dichiarato guerra contro Flash: ma l’Antitrust vuole vederci chiaro

Potrebbe finire non nel migliore dei modi per Apple il tiro incrociato contro Flash. Oggi il 75% dei video online sfrutta la tecnologia Flash. Ma il Ceo di Apple, Steve Jobs, ha dichiarato guerra a Flash, impedendo ad Adobe di portare il suo plug-in su iPhone e su iPad. Lo riporta il Financial Times.

All’Antitrust non sta sfuggendo questa guerra di posizioni (a Apple si è aggiunta Microsoft) contro Adobe: il Ceo di Adobe sta difendendo Flash con tutte le armi a sua disposizione.

Le autorità Usa ora vogliono vederci chiaro: all’Antitrust (Department of Justice e Federal Trade Commission – Ftc-) spetta capire se iPhone stia mettendo i bastoni fra le ruote ai rivali con pratiche anti-concorrenziali. In settimana si conosceranno meglio i termini della questione e se sarà l’ora di un’indagine per Apple o no.

Dopo gli interminabili braccio di ferro tra l’Antitrust e altri colossi hi-tech (Microsoft, Intel e Google), sembra giunta l’ora per Apple di finire nel mirino dell’Antitrust statunitense.

Steve Jobs svela Apple iPad
Steve Jobs svela Apple iPad
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore