All’Antitrust non sfugge l’accordo Microsoft – Yahoo!

Autorità e normativeNormativa

Il Dipartimento di Giustizia Usa mette sotto la lente l’accordo tra Microsoft e Yahoo!, in cerca di documenti sull’intesa formalizzata lo scorso luglio. L’accordo in area Ue desta meno problemi, perché Microsoft-Yahoo! detengono una quota di mercato inferiore

A luglio Microsoft e Yahoo! hanno siglato l’accordo decennale di partnership , con cui Yahoo! rinuncia al suo storico search engine, adotta Bing e diventa una media company (invece che IT). Gartner , fin dalla prima ora, aveva detto che l’Antitrust, perché Microsoft e Yahoo! insieme avranno accesso alle history e acquisti di milioni di utenti.

E infatti, come predetto da Gartner, l’accordo non è passato inosservato in Usa, dove il Dipartimento di Giustizia Usa mette sotto la lente l’accordo tra Microsoft e Yahoo!, in cerca di documenti sull’intesa formalizzata lo scorso luglio.

Il nodo Antitrust non è indifferente: Microsoft e Yahoo! finora hanno giustificato l’accordo, parlando di maggiore competizione, perché faranno maggiore concorrenza a Google, ma l’Antitrust dovrà valutare.

L’accordo ha invece un impatto inferiore nell’area Ue, perché nell’Unione europea Microsoft-Yahoo! vede coinvolta una inferiore quota di mercato nel mercato dei motore di ricerca (market share intorno al 10 percento). L’Antitrust Ue è quindi meno interessato dell’omologo Usa a mettere l’accordo sotto la lente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore