Allarme CA per la sicurezza aziendale

Sicurezza

Secondo i dati di uno studio della società, il numero di violazioni dei
sistemi aziendali è in crescita del 17%

In base allo studio di CA, che ha interpellato 642 grandi imprese , l’84% delle società ha subito nell’ultimo anno un attacco. Si registra quindi una crescita del 17% rispetto al 2003. Ciò ha comportato notevoli conseguenze sulle aziende: il 54% di queste afferma che a causa degli incidenti verificati, la produttività del personale è stata fortemente intaccata. Il 25% ha riportato addirittura scandali, perdita di fiducia e dell’immagine e danni alla reputazione e il 20% registrato perdite a livello di fatturato, clienti o altri asset tangibili. Delle aziende che hanno subito una violazione in ambito security, il 38% ha dichiarato che l’attacco proveniva dall’interno. I risultati indicano, inoltre, che la sicurezza non è considerata con eguale attenzione a tutti i livelli organizzativi, in particolare nel settore dei servizi finanziari. Quasi il 40% degli intervistati ha riferito che la propria azienda non tiene in seria considerazione la gestione dei rischi legati alla sicurezza It ad alcun livello, mentre il 37% ritiene che gli investimenti effettuati dalla propria azienda in area sicurezza siano insufficienti. Soltanto l’1% considera questi investimenti troppo elevati. Le aziende interpellate hanno comunque dichiarato di tenere in considerazione tre principali aspetti legati alla sicurezza e ai relativi interventi:le policy di sicurezza (88%), la definizione di policy per sensibilizzare il personale sull’argomento (83%) e la creazione della figura di Chief Information Security Officer (68%) all’interno dell’azienda. Lo studio ha rivelato anche come la mancanza di un’amministrazione centralizzata della sicurezza influisca negativamente sulla produttività del personale. Soltanto il 6% delle aziende, infatti, è stato in grado di fornire l’accesso a tutte le applicazioni o ai sistemi necessari ai nuovi dipendenti o contractor nel loro primo giorno di lavoro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore