Allarme pedopornografia

Workspace

Internet Watch Foundation alza la guardia contro un fenomeno in ascesa: i
server crescono in Usa e Russia

Internet Watch Foundation lancia l’allarme pedopornografia sul Web: èquadruplicata in Rete la presenza di immagini di abusi su minori. Immagini sempre più crudeli e che coinvologono bambini sempre più piccoli: all’orrore sembra non esserci fine. Il 60% dei tutti i siti web che mostrano immagini di abusi e pedofilia, secondo Internet Watch Foundation, commerciano immagini di stupri. I casi di pedopornografia segnalati nel 2006 hanno registrato un aumento del 34% rispetto all’anno precedente. Nell’80% dei casi le vittime sono bambine, e nel 91% si tratta di minori di 12 ann i. Il più grande problema incontrato dalle associazioni contro gli abusi infantili, è la rimozione di questi contenuti: purtroppo server, che approfittano di vuoti legislativi in alcune aree del mondo,risultano a volte non sequestrabili. Il 90% dei siti di abusi sui minori sono ospitati negli Stati Uniti o in Russia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore