Allarme Webroot per alto tasso d’infezioni

Sicurezza

Crescita allarmante di intrusioni adware e di attacchi spyware ai personal
computer

Sono aumentati in modo significativo gli attacchi di spyware ai personal computer nel corso del primo trimestre del 2006, questo è quanto riportato nell’ultimo rapporto sullo stato dello spyware pubblicato da Webroot. La crescita esponenziale di adware associata a un aumento significativo di attacchi da parte dei più malevoli Trojan e system monitor è avvenuta proprio a danno degli utenti individuali che registrano i più alti tassi di infezione dal primo trimestre del 2005. Secondo il rapporto, il primo trimestre del 2006 ha visto una crescita del 15% nel numero di personal computer infettati dallo spyware: dal 72% del quarto trimestre 2005 all’87% nel primo trimestre 2006. La media di Pc infetti è aumentata del 18% rispetto al precedente trimestre, registrando una media di 29,5 istanze di spyware su ogni personal computer rispetto alle 24,9 dell’ultimo trimestre del 2005. Webroot rileva inoltre una crescita del 29% nelle infezioni da Trojan Horse, in crescita rispetto al 24% denunciato nell’ultimo trimestre del 2005. L’incidenza complessiva di Trojan-Downloader-Zlob, il cavallo di Troia più diffuso, è raddoppiata nel corso del primo trimestre. Più sorprendente e forse più allarmante è la pericolosa diffusione dell’adware. Nonostante leggi e normative specifiche volte a combattere gli sforzi degli adware vendor, Webroot ha registrato che la percentuale di Pc infetti da adware è salita al 59%, in crescita dal 45% dell’ultimo trimestre 2005. Considerando anche i desktop nelle aziende, le segnalazioni di Pc infettati da spyware si attestano su una media di 21,5. In particolare, le aziende di dimensioni più piccole sono quelle più appetibili per gli sviluppatori di spyware proprio per le loro spesso limitate risorse It e per la mancanza di sicurezza delle reti. La proliferazione degli attacchi spyware è particolarmente dannosa. Il 65% delle Pmi infettate hanno sperimentato una diminuzione nelle performance dei sistemi, il 58% ha riferito una riduzione della produttività del personale, il 35% ha subito un impatto negativo sull’utile netto e il 20% ha denunciato perdite nelle vendite. L’intero report State Of Spyware è disponibile presso: www.webroot.com/sosreporthome .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore