All’assalto di Rim Blackberry

AziendeMarketing
Chi vuole acquisire Rim

Microsoft, Nokia e Amazon hanno preso in esame la possibilità di acquistare il vendor dei Blackberry. Rim guadagna in Borsa

Secondo Reuters Amazon voleva diventare indipendente nel mercato Mobile acquistando Rim. Ma a volere Rim erano in tanti: Microsoft, Nokia, oltre ad Amazon. Tutti questi colossi hanno preso in esame la possibilità di acquistare il vendor dei Blackberry. Il Wall Street Journal ha detto che Microsoft e Nokia hanno “accarezzato l’idea di un’offerta congiunta (una joint bid)” negli ultimi mesi. Rim guadagna in Borsa l’11%.

A che stato sono le discussioni non è chiaro: Microsoft e Nokia sarebbero interessate a Rim per contrastare meglio Apple nel mercato smartphone, e Amazon potrebbe utilizzare il Playbook nel mercato tablet e aggiungere una freccia al suo arco nel mercato smartphone.

Fino a ieri il titoloi di Rim ha perso il 78% in un anno: la valutazione di Rim è dunque appetibile per un’acquisizione a buon prezzo. RIM è scambiata 2.83 volte gli utili degli ultimi 12 mesi: è un affare. Il titolo di Rim era sceso anche a causa del black-out di settembre e dello slittamento del lancio di BBM10, il nuovo sistena operativo per Blackberry (mutuato da BBX). RIM è stata costretta ad abbassare le stime: venderà da 11 a 12 milioni di Blackberry 7 nel quarto trimestre contro i 14.1 milioni del terzo trimestre. Ha deluso anche il PlayBook di Rim arrivato sul mercato senza il supporto all’email (supporto rinviato più volte, e che non arriverà fino a febbraio). Nel terzo trimestre il market share di Rim è crollato dal 24% al 9.2% (fonte: Canalys), con vendite in discesa del 6 percento a 5.17 miliardi di dollari e utili in caduta libera del 71 percento a 265 milioni di dollari, o 51 centesimi per azione.

Chi vuole acquisire Rim
Rim è nel mirino di Microsoft, Nokia e Amazon
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore