AllOfMp3 attacca l’IFPI

CyberwarSicurezza

Il sito russo nega di essere collegato con il giovane arrestato nel Regno
Unito.

AllofMp3, il sito russo famoso per non rispettare il diritto d’autore internazionale vendendo musica sottocosto, ha smentito con sarcasmo di essere in qualunque modo collegato al venticinquenne arrestato a Londra. Il giovane vendeva illegalmente buoni acquisto per il download di musica dal portale, ma secondo i gestori del sito ogni tentativo di addebito nei loro confronti è un’invenzione della Federazione Internazionale dell’Industria Fonografica (IFPI) che tenta di giustificare il crollo verticale delle vendite dei CD. AllofMp3 ha ribadito che la sua attività si svolge esclusivamente in territorio russo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore