Altroconsumo: 35 euro di rincari nelle tariffe mobile

MobilityNetworkProvider e servizi Internet

Secondo elaborazioni dell’associazione indipendente, Tim e Vodafone hanno rincarato i costi medi per gli utenti da 49 a 83 euro in un anno

Sul banco degli imputati di Altroconsumo finisce l’esplosione delle tariffe della telefonia mobile, l’associazione denuncia rincari medi annui che vanno da 49 fino a 83 euro e picchi d’aumento sulle singole telefonate di oltre il 100%.

Il dettaglio dei risultati di Altroconsumo è riportato in coda a questo articolo. E’ da alcuni giorni che sono ritornate agli onori della cronaca Tim, Vodafone e Wind condannate a versare una sanzione pecuniaria per pratica commerciale scorretta da parte dell’Antitrust, ma non solo, al centro della denuncia di alcune associazioni dei consumatori anche la cancellazione delle tariffe, ribattezzate low cost, da parte di Tim e Vodafone.

Altroconsumo ha chiesto un esposto all’autorità garante per le telecomunicazioni e all’antitrust che sospenda le nuove tariffe telefoniche annunciate per gli utenti Tim dal 9 settembre e Vodafone dal 1 ottobre. Come Channel Insider.it ha sottolineato qualche giorno fa, riprendendo i provvedimenti dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato che hanno multato i tre gestori, lascia per plessi il modo di comunicazione del cambio tariffe.

“Tim ha inviato un sms a ciascun cliente. Il sito dichiara che è possibile cambiare piano gratuitamente ed esercitare il diritto di recesso, ma vige il silenzio sull’eventualità di ottenere il risarcimento integrale del credito residuo e su cosa succeda in caso di portabilità del numero ad altro operatore. Vodafone – continua una nota di Altroconsumo – riceve il premio speciale alla scarsa trasparenza: è impossibile ricostruire in dettaglio come cambiano tutti i piani tariffari, nemmeno via internet. Le informazioni sono disponibili solo per i clienti che hanno il tipo di tariffa soggetta a modifiche. Altroconsumo denuncia il fatto che lo scatto alla risposta sia aumentato in tutti i casi a 16 centesimi, uno dei costi più alti in tutto il panorama tariffario italiano”.

Di seguito le tabelle con le elaborazioni di Altroconsumo

tabella.png

tabella.png