Altroconsumo con AgCom a favore della portabilità numeri cellulari

NetworkProvider e servizi Internet

Altroconsumo affianca AgCom al Consiglio di Stato: contro la sentenza del Tar del Lazio

Al Consiglio di Stato Altroconsumo, che affianca l’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni (AgCom) nell’udienza prevista domani. Altroconsumo affianca AgCom al Consiglio di Stato, contro la sentenza del Tar del Lazio, favorevole alle richieste di Tim e Vodafone, che avvallò 33 giorni per la portabilità del numero.

Spiega Altroconsumo in una nota: “I gestori di telefonia si erano rivolti al Tar Lazio per annullare la delibera 78/08 dell’AGCOM che poneva a 72 ore il tempo massimo entro cui gli operatori avrebbero dovuto completare la procedura di migrazione per l’utenza.

L’Autorità era infatti intervenuta per sanare un’anomalia già esistente: il tempo limite sino a quel momento era di cinque giorni, ma solo sulla carta. Mediamente per gli utenti la procedura durava quindici giorni, già un’enormità. La delibera restringeva il tetto a tre giorni, un tempo verosimile, dato che il passaggio avviene in forma automatizzata.

Con l’intervento del Tar Lazio favorevole ai gestori sono saltati i tempi che avvicinavano il panorama italiano alla realtà europea, dove la media per completare la procedura è di otto giorni e mezzo”. Oggi In Italia si può arrivare fino a un mese. La portabilità del numero in Italia va a passi lumaca: lo ha denunciato anche la Ue nel Rapporto 2008 sulle Tlc .

La portabilità del numero in tempi rapidi significa maggiore concorrenza. E minore possibilità di tentativi di retention.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore