Amazon, il prezzo di Prime aumenta di oltre il 50 percento

E-commerceMarketing
Amazon Prime Video sbarca in Italia

In Italia Amazon Prime dal 4 aprile passerà da 19,99 euro a 36 euro all’anno. Un aumento considerevole che interesserà i nuovi abbonati e anche i vecchi, ma solo al prossimo rinnovo. Le nostre considerazioni

Amazon ha inviato una lettera ai propri abbonati Prime con la quale comunica l’aumento (quasi del 100 percento) dell’abbonamento annuale che quindi passa dai 19,99 euro attuali a 36 euro all’anno, in pratica 3 euro al mese.

Ovviamente chi ha l’abbonamento attivo non dovrà nulla in più ad Amazon fino al rinnovo e lo scatto sarà effettivamente attivo dal 4 di maggio, mentre per le nuove iscrizioni il prezzo maggiorato partirà dal 4 aprile 2018. Nella lettera di Amazon vengono promesse e confermate spedizioni illimitate in 1 giorno su oltre 2 milioni di prodotti e in 2-3 giorni su molti altri milioni.

Amazon con la comunicazione non perde comunque l’occasione per sponsorizzare e declamare i vantaggi collegando l’aumento anche all’aggiunta dei nuovi titoli della selezione Prime Video. I clienti Prime infatti beneficiano anche dell’accesso a Prime Video e di Prime Photos che offre spazio di archiviazione illimitato per conservare tutti i tuoi ricordi, e dell’accesso anticipato alle Offerte lampo, che permette di acquistare con 30 minuti di anticipo. Resta che l’aumento è consistente.

Amazon Prime – Il listino italiano nel momento in cui scriviamo

In ogni caso, in Francia al momento il servizio costa 3,99 euro al mese fino a fine marzo e poi costerà 5,99 euro con un prezzo annuale di 49 euro all’anno. In UK addirittura 79 sterline all’anno 7,99 sterline al mese.

C’è poco da dire. Amazon ha certamente arricchito il bouquet di servizi e prodotti legati al servizio in questi anni, ma alla fine sta presentando anche il conto ai suoi abbonati.

Una mossa decisamente più accettabile e apprezzabile sarebbe stata quella di non aumentare il prezzo di Prime (relativamente ai servizi di consegna), e di “spacchettare” i servizi supplementari un po’ come è possibile fare con le pay tv. Invece ci viene servito tutto il bouquet, ma a caro prezzo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore