Amazon Key, si riceveranno i pacchi anche quando si è fuori casa

E-commerceMarketing

Al via la sperimentazione di Amazon Key (per ora solo negli Usa). Si potranno ricevere i pacchi a casa propria anche quando non si è presenti

Avete fatto il vostro acquisto su Amazon, ora non resta che il tempo dell’attesa.
Qualcuno lo vive con una certa apprensione. Prima di scartare e spacchettare l’ultimo acquisto l’ultimo ostacolo è farsi trovare, “essere certi che ci sia un collega in ufficio”. Ben sappiamo come funziona: “C’è qualcuno domani, per tutta la mattinata? Aspetto un pacco importante”

Amazon già permette praticamente in tutto il mondo di inserire nel sistema diversi indirizzi di consegna, oppure di utilizzare gli appositi armadietti (Amazon Locker) e dove non è possibile ritirare così è sempre possibile fare affidamento sugli uffici postali. 
Evidentemente non basta. Ecco allora che arriva Amazon Key per non avere nemmeno più l’ansia da consegna.

Il sistema è veramente “futuribile”.
Se non siete in casa, ad aprire casa vostra ci penserà il corriere di Amazon, che consegnerà il pacco e se ne andrà dopo aver richiuso. Già. Ma vi fidereste a lasciare le chiavi di casa vostra ad Amazon e a fare entrare uno sconosciuto in vostra assenza? Risolto anche questo problema.

Come funzione Amazon Key
Come funziona Amazon Key – Il kit negli Usa costa circa 250 euro. Il corriere apre e chiude da sé la vostra porta di casa, ma tutti i passaggi sono monitorati

Amazon Key è un servizio, ma per abilitarlo viene venduto ai clienti un kit, che costa 250 dollari e comprende la Cloud Cam di Amazon e una serratura “digitale”, tutto connesso in cloud, tramite WiFi. Il corriere arriva al vostro domicilio, scansiona il codice a barre del bacco, il cloud di Amazon autorizza la consegna e viene attivato da remoto il sistema di registrazione video, il corriere può aprire la serratura di casa vostra, entrare, lasciare il pacco, uscire e chiudere con lo stesso sistema.

Chiaro, bisogna disporre del blocco della serratura “smart”, compatibile al momento con i marchi Kwikset e Yale. E bisogna davvero anche tenerci tanto e fare un utilizzo intenso del sistema considerato il prezzo: l’idea pensiamo che possa piacere tantissimo agli americani (infatti la sperimentazione per ora riguarda SOLO gli USA, 37 centri in tutto il Paese), ma forse meno a noi italiani solitamente diffidenti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore