Amazon paga 150mila dollari per aver cancellato 1984 di Orwell

Autorità e normativeNormativa

Una sentenza costa cara ad Amazon, accusata di aver cancellato da remoto i libri di Orwell dall’e-reader Kindle. Amazon si era già scusata per la deplorevole vicenda

Il ragazzino 17enne, Justin D. Gawronski, che ha accusato Amazon di comportarsi da grande fratello, cancellando da remoto i libri di Orwell dall’e-reader Kindle (anche se per motivi di copyright), ha avuto ragione: Amazon dovrà risarcirlo con 150 dollari.

Amazon si era già scusata per la deplorevole vicenda e ha rimediato alla gaffe della cancellazione da remoto degli e-book tratti dai libri di George Orwell. Le copie digitali eliminate, sono state sostituite.

Ma non è stato sufficiente: ora dovrà risarcire e impegnarsi a non ricommettere simili intromissioni.

Amazon aveva fatto sparire i libri 1984” e la “Fattoria degli animali dal lettore e-book, inoculando nei possessori di Kindle il sospetto che dietro vi fosse lo zampino del Grande Fratelloorwelliano. Nulla di tutto ciò: ma i libri sono stati cancellati per un problema di copyright.

Electronic Frontier Foundation (Eff) aveva chiesto l’intervento della Federal Trade Commission (Ftc), per evitare analoghe situazioni: in passato utenti hanno acquistato musica protetta dal Drm, e hanno perso i brani comprati sul loro lettore digitale (vedi i casi di Yahoo! Music e Msn Groups ); poi, la gaffe di Amazon con gli e-book. Forse è l’ora di dare maggiori certezze agli acquirenti online di contenuti digitali riguardo ai loro diritti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore