La marcia di Amazon Studios su Hollywood

AccessoriMarketingWorkspace
Hollywood

Apre i battenti Amazon Studios. Assegnerà premi milionari a sceneggiatori e registi amatoriali

Il cinema indipendente finora aveva trovato spazio al Sundance Festival, ma ora può farsi largo anche grazie ad Amazon. Amazon, che è presente sul mercato video con Amazon Video, ora passa al Grande Schermo: con Amazon Studios distribuirà complessivamente 2,7 milioni di dollari l’anno a registi e sceneggiatori amatoriali.

A collaborare con la piattaforma sono gli sceneggiatori Jack Epps (Top Gun) e Mike Werb (The Mask) e i produttori Mark Gill (Giustizia Privata) e Michael Taylor (Star Trek e Dead Zone). I vincitori del premio annuale avranno un colloquio con Warner Bros che si è vista assegnare un “diritto di prima visione”.

Come funziona Amazon Studios? Gli utenti caricano sul sito le proprie sceneggiature, che i registi/produttori potranno usare per girare film prova (della lunghezza di almeno 70 minuti). Amazon si riserva gli eventuali diritti di distribuzione e di prelazione per 18 mesi.

Visto il successo di “The Social Network” si prevedono molte sceneggiature ambientate nell’hi-tech: la vita di Steve Jobs, Bill Gates o degli inventori di Google sono buoni soggetti, di interesse globale.

YouTube in questi anni ha dimostrato, come prima Indymedia, che esiste un mondo di giovani cineasti, documentaristi e perfino cronisti d’assalto equipaggiati con videocamera. Dopo l’esperimento del film-documentario ”Life in a Day”, è giunto al traguardo un altro concorso di YouTube, in collaborazione con Intel ed HP: la prima edizione di YouTube Play. I 25 video selezionati hanno potuto varcare le porte del museo Guggenheim di New York, per essere proiettate dal 22 al 24 ottobre, al fianco delle opere di Marc Chagall o di Picasso.

apre i battenti Amazon Studios
apre i battenti Amazon Studios
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore