Il prossimo Amazon Kindle sarà un tablet con Android

AziendeDispositivi mobiliMarketingMobile OsMobility

La strategia di Amazon nell’era dei tablet passa da Android. Vediamo perché

Non solo e-reader: Amazon potrebbe trasformare in un tablet il suo Kindle, a cui anche Steve Jobs ha reso omaggio quando presentò iPad. Il Kindle ha riportato l’accento sugli e-book, che fino all’altro ieri erano un mercato di nicchia (spartito tra Sony Reader, Kobo, Plastic Logic e pochi altri). Ma Amazon non si accontenta più del Kindle solo e-reader nell’era dei tablet multitouch. Cosa bolle dunque nella pentola di Amazon?

Innanzitutto Amazon svela Kindle for Web, con cui sfida Google Books e Scribd (il sito di libro-condivisione o social network dei documenti). Kindle for Web guarda a blogger ed editori per inserire “capitoli gratis” con advertising associato.

Secondo TechCrunch Google e Amazon potrebbero collaborare lavorando a un tablet Android (un kPad?) con tanto di app store soltanto per Android: gli sviluppatori dovrebbero guadagnare il 70%, mentre il costo una tantum per entrare nello store dovrebbe aggirarsi sui 99 dollari. Inoltre Amazon, come già per iPhone, iPad, smartphone Blackberry e Android, rilascerà un’app Kindle per Blackberry PlayBook, il prossimo tablet di Rim.

Secondo Informa Telecoms and Media potrebbero finire presto in rotta di collisione i nuovi tablet 3G (dell’era iPad) con applicazioni e-reader e gli e-book reader per leggere libri. Goldman Sachs prevede che saranno venduti 16 milioni di media tablet nel 2010 e 35 milioni nel 2011. Prima che gli e-reade finiscano nell’ombra, Amazon studia le contromosse.

La strategia di Amazon nell'era tablet
La strategia di Amazon nell'era dei tablet
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore