Le ambizioni globali di Alibaba

AziendeMarketingMercati e Finanza
Le ambizioni di Alibaba e Xiaomi, l'avanzata delle startup cinesi
1 1 1 commento

Si prevede che il commercio online nella seconda economia del mondo raggiungerà 395 miliardi di dollari l’anno prossimo, triplicando i livelli del 2011

L’initial public offering (IPO) da 25 miliardi di dollari non solo ha battuto Visa, ma è stata la più grande di sempre. Quotandosi a Wall Street, la regina dell’e-commerce cinese Alibaba ha superato i 240 miliardi di dollari di capitalizzazione, più di eBay, Twitter e Linkedin combinati, ma lontano dai 400 miliardi di dollari di Google e dai 500 di Apple. Il titolo è stato scambiato a oltre 98 dollari ad azione, con un balzo del 38% rispetto ai 68 dollari del prezzo di collocamento. Il perché di tanto fervore sono presto detti: la Cina, che ha 1,36 miliardi di abitanti, conta 632 milioni di utenti Internet e potrebbe salire a 850 milioni da fine 2015;Alibaba detiene l’80% delle vendite online in Cina, e conta 279 milioni di acquirenti online, in aumento del 50% rispetto a un anno fa, ed ha un fatturato in crescita del 46% anno su anno a quota 2.54 miliardi di dollari.

Poiché un sondaggio Ipsos rivelava, alla vigilia dello sbarco in Borsa, che l’88% degli americani non ha mai sentito di Alibaba, dopo l’IPO da record il nome del sito di e-commerce ha ricevuto un’immensa pubblicità gratuita. Un’eco che potrebbe accompagnare le ambizioni globali di Alibaba.

L’anno scorso il sito cinese ha venduto 240 miliardi di dollari di merci, mentre Amazon e eBay messe insieme hanno registrato meno di 200 miliardi di dollari. Forte di 231 milioni di utenti attivi, che rappresentano il 76% dei 302 milioni di acquirenti cinesi, Alibaba è ormai un’azienda globale, anche se opera in un unico Paese: lo è, solo per la forza dei numeri.

Le ambizioni di Alibaba
Le ambizioni di Alibaba

McKinsey & Co. prevede che il commercio online nella seconda economia del mondo raggiungerà 395 miliardi di dollari l’anno prossimo, triplicando i livelli del 2011. La piattaforma retail di Alibaba ha aiutato a generare 6.1 miliardi di pacchetti venduti nel corso dei 12 mesi finiti a giugno, detenendo il 54% del  totale nazionale.

L’IPO ha sorpassato il record del 2010 di Agricultural Bank of China.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore