Amd acquisisce Ati

ComponentiWorkspace

Raggiunto l’accordo che vede Amd acquisire Ati Technologies per 5.4 miliardi
di dollari.

Dopo le indiscrezioni che già circolavano nella prima mattinata di lunedì, nel pomeriggio di ieri è arrivata la conferma. Amd acquisisce Ati Tecnologies. L’operazione, del valore di 5.4 miliardi di dollari, verrà portata a termine nel quarto trimestre dell’anno, tramite un pagamento in contanti, 80%, e passaggio di azioni per la restante percentuale. L’acquisizione, ha commentato Dirk Meyer, presidente e coo di Amd, permetterà alla società di allargare la propria offerta, offrendo soluzioni destinate anche al mondo consumer. Molti addetti ai lavori ritengono che l’operazione porterà Amd a diventare un vero e proprio protagonista nel system biulder channel, che era quello che diverse realtà chiedevano a Amd, fino ad oggi poco attiva in tal senso. Nelle sue prime dichiarazioni, Amd ha infatti subito promesso maggiore stabilità ai systems builder, al contempo ha già annunciato numerose novità, che le consentiranno di ampliare la presenza nei diversi mercati. L’annuncio lascia sul campo però molti interrogativi. Ati Technologies è partner di Intel. Amd nega di voler mettere il naso nella questione, ma allo stesso tempo si augura che Intel cessi la partnership. Altrettanto delicato risulta essere il rapporto con Nvidia, concorrente di Ati, che sta collaborando con Amd per consentire l’uso dei chipset all’interno delle piattaforme desktop corporate. Amd ha già detto che spera nel continuare ancora per lungo tempo la collaborazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore