Amd contro Intel: anche Skype è nel mirino

Aziende

L’accordo tra Skype e Intel è costato una citazione all’azienda di VoIP

Continua il contenzioso legale tra Amd e Intel. L’ultima azienda nell’ordine di tempo a finire nel mirino di Amd è Skype, a causa di un recente accordo nel segno del VoIP con Intel. I dissapori erano venuti a gallo lo scorso giugno quando Amd aveva denunciato all’Antitrust la rivale Intel per comportamento anticoncorrenziale e abuso di posizione dominante. Ora Amd accusa Intel di accordo illegale con Skype, a causa delle nuove funzionalità fornite dal client Skype 2.0, compatibili solo con processori Intel. Al centro del nuovo capitolo del contenzioso è la conferenza con dieci partecipanti. La parola passa di nuovo ai legali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore