AMD punta a guadagnare terreno con AMD Pro di seconda generazione

ComponentiWorkspace
AMD punta a guadagnare terreno con AMD Pro di seconda generazione
0 1 Non ci sono commenti

AMD vuole conquistare quote di mercato con AMD Pro di seconda generazione, la piattaforma dedicata al settore enterprise e Pmi

AMD punta a guadagnare terreno con AMD Pro di seconda generazione, la piattaforma dedicata al settore enterprise e Pmi.

AMD punta a guadagnare terreno con AMD Pro di seconda generazione
AMD punta a guadagnare terreno con AMD Pro di seconda generazione

La seconda generazione di AMD Pro è destinata a processori mobile e desktop, basati su Carrizo e Godavari, ma ottimizzano le prestazioni e l’affidabilità per venire meglio incontro alle richieste degli utenti business. Ad adottare la piattaforma AMD Pro sanno vendor come HP e Lenovo.

La piattaforma introduce un nuovo chip di fascia alta, AMD Pro A12, un processore da 3.4GHz con quattro nuovi core Excavator e otto core GPU targati AMD per migliorare le prestazioni grafiche e spingere le applicazioni come visualizzazione e video conferenze.

Oltre all’aumento del 50% nelle performance per watt rispetto alle precedenti piattaforme mobili, adesso i sistemi AMD Pro systems consentono di raddoppiare la durata della batteria fino all’intera giornata di lavoro in mobilità. Amd offre altre caratteristiche: DASH management standards; il software AMD PRO Control Centre; il supporto di Windows Hello e delle funzionalità Enterprise Data Protection e Device Guard su Windows 10.

AMD, che soffre il declino del mercato Pc e la concorrenza di Intel, sta di nuovo ristrutturando, dopo aver annunciato
il taglio del 5% della forza lavoro (poco meno di 500 dipendenti su 9200 unità complessive). L’operazione costerà 42 milioni di dollari (41 milioni nel bilancio del trimestre in corso), ma taglierà le spese di circa 9 milioni di dollari nel 2015 e 58 milioni nel 2016. Nel secondo trimestre dell’anno, AMD ha registrato una perdita di 181 milioni di dollari, su un fatturato in calo del 36% a 942 milioni di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore