Amd riorganizza chip e unità grafica

Aziende

L’unità microprocessori e grafica sono state fuse in un singolo gruppo, che verrà guidato da Rick Bergman, di Ati. Randy Allen lascia

Amd ha lanciato una profonda riorganizzazione, che fonde l’unità microprocessori e grafica in un singolo gruppo, e vede la partenza di Randy Allen. Guiderà il nuovo gruppo lo chip executive Rick Bergman, arrivato in Amd dall’acquisizione da 5,4 miliardi di dollari di Ati nel 2006.

L’annuncio arriva a pochi giorni da una trimestrale non positiva , in cui Amd ha commentato che, a differenza di Intel, non vede ancora la luce in fondo al tunnel e che forse non è ancora stato toccato il fond o.

A inizio marzo Amd ha anche chiuso l’accordo per lo spin off degli impianti di produzion e. Nelle scorse settimane Amd ha infatti annunciato una ristrutturazione che include uno spin off e un accordo con il governo di Abu Dhabi, in base al quale AMD tiene il 34.2% di azioni nell’azienda, mentre il restante passa a Advanced Technology. La ristrutturazione ha comportato la divisione in due società, allo spin-off e alla creazione di The Foundry Company, e alla cessione delle fabbriche. Amd ha scelto la via della ristrutturazione per far fronte ai debiti e per rilanciarsi nella competizione con Intel.

Leggi: INTERVISTA: Meyer (Ceo di Amd), ‘Vi svelo il futuro di Amd’

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore