Americas Army, il videogame dellEsercito degli Stati Uniti

PCWorkspace

Presentato al recente Electronic Entertainment Expo di Los Angeles, il gioco sta raggiungendo gli obbiettivi previsti dal Dipartimento della Difesa. Il precedente del jazzista Glenn Miller nella Seconda guerra mondiale.

Una delle principali critiche rivolte ai videogiochi riguarda la loro potenziale influenza negativa sui player pi giovani, soprattutto se lambientazione e il tema del game (e quindi il suo messaggio) non sono politically correct. E il caso del gioco di cui abbiamo parlato in una notizia di luned 10 giugno, relativa al successo di pubblico nel primo giorno di programmazione del film Spider Man nelle sale cinematografiche italiane (in contemporanea al movie per il grande schermo, uscita anche la versione grafica della storia, per la console). Ma fortunatamente non sono molti i game in cui gangster e ladri si fanno beffe dellFbi americana o della nostra Polizia. Nella recente edizione dellElectronic Entertainment Expo di Los Angeles, chiusosi da poco (dellE3 e delle sinergie tra cinema e videogiochi abbiamo parlato in una notizia del 7 giugno), si invece fatto notare un game allinsegna del patriottismo yankee, denominato Americas Army (Esercito americano). Prodotto e presentato proprio dal Dipartimento della Difesa statunitense, il video ha diverse finalit culturali e promozionali. LAmerica uno dei Paesi che tengono di pi alla propria bandiera e ai valori di unit nazionale che il vessillo rappresenta in ogni angolo della Terra. Lo si visto, purtroppo, nei giorni e nelle settimane successivi all11 settembre, quando tutto il popolo americano si raccoglieva attorno al loro bellissimo drappo a stelle e strisce, simboleggiante gli Stati che si riconoscono nellUnione confederata. Dal punto di vista culturale, il game ha quindi il compito di rafforzare i legami esistenti tra i cittadini, soprattutto quelli pi giovani, e il Paese. Un intento pi che comprensibile, soprattutto nel clima di angosciante attesa che si venuto a creare in seguito alle minacce fatte via Internet (nostra notizia del 4 giugno) di un nuovo attacco alla sicurezza nazionale da parte delle brigate terroristiche di Al Qaeda e di Osama Bin Laden. Sotto il profilo promozionale, Americas Army si propone di avvicinare la grande utenza dei giovani player al mondo della vita militare, per promuovere il reclutamento. Da sempre maestri nella communication, gli Stati Uniti non sono nuovi alluso di mezzi e di personaggi del mondo dello spettacolo in occasione di grandi eventi bellici. Negli anni Quaranta, il Governo Usa aveva assunto full-time Glenn Miller, uno dei pi grandi jazzisti di tutti i tempi, dando a lui e alla sua leggendaria band (due titoli per tutti, A Nigthingale Sang in Berkeley Square e Moonlight Serenade) il duplice compito di tenere alto il morale delle truppe americane sul fronte francese e di fare da insospettabili catalizzatori per gli uomini dei Servizi segreti, impegnati a spiare le mosse delle divisioni hitleriane. LEsercito americano conosce da tempo i video game, usati per fino a oggi a scopo interno, ai fini delladdestramento. In collaborazione con lUniversit della California del Sud, stato creato lInstitute for Creative Technologies, che si occupa di giochi destinati sia alle reclute sia ai player di videogiochi. Liniziativa fa parte di un piano settennale di produzione grafica, per il quale sono gi stati stanziati sette milioni di dollari. Americas Army un video di alta qualit, equipaggiato con il migliore motore attualmente esistente sul mercato (lo stesso di Unreal, must della produzione grafica di settore). Chi gioca, pu interagire con vari ambienti in maniera completa e continuativa. Distribuito gratuitamente (per averlo, sufficiente avere 13 anni, risiedere negli States e collegarsi al sito per la prenotazione), il game offre due possibilit Operations e Soldiers. Nella prima, il player partecipa ad operazioni belliche di vario tipo, insieme con altri soldati e reparti e usando vari tipi di armi. Nella seconda, si vive nel mondo delle reclute, prendendo confidenza con la vita militare e lo spirito di corpo. Al momento, le prenotazioni sono pi di 45mila. Per chi volesse visitare il sito, ecco lindirizzo www.americasarmy.com (ma, come abbiamo detto, il game viene inviato solamente ai cittadini Usa). Liniziativa del Dipartimento degli Stati Uniti ci fa venire in mente unidea, che giriamo volentieri allEsercito italiano, che si sta trasformando in una struttura di professionisti volontari come quello americano e che quindi ha bisogno di un flusso costante nel turn over degli arruolati. Perch non fare un videogame sulla storia delle nostre Forze armate? Solamente la bellezza e il fascino delle uniformi ottocentesche sarebbero elementi di sicura spettacolarizzazione del game, che potrebbero essere ulteriormente arricchiti dalla ricostruzione delle battaglie pi epiche del Risorgimento. Oltre che un mezzo per promuovere larruolamento, un video del genere sarebbe anche uno straordinario veicolo culturale per promuovere la conoscenza dei grandi eventi storici del nostro Paese.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore