Analisi VNUnet: Microsoft in rotta di collisione sul networking

NetworkReti e infrastrutture

Il colosso del software sfida Avaya e Cisco: ne discutono Current Analysis e
Wainhouse Research

Microsoft ha svelato ieri i propri progetti sulla messaggistica unificata, e subito qualche osservatore ha parlato di rotta di collisione con storiche aziende del networking come Avaya e Cisco. Microsoft ha annunciato di voler abilitare gli utenti a condividere informazioni sulla presenza e guidare le comunicazioni ai dispositivi più appropriati, dopo avervi aggiunto funzionalità ad hoc. I fornitori del networking classico hanno finora promosso il protocollo Internet basato su Private branch exchanges (Ip-Pbx), mentre i telefoni centralizzati sfruttano tecnologie standard di networking. Microsoft invece vuole adottare un networking di massa, utilizzando i server invece dei dispositivi dedicati come Pbx. Secondo Current Analysis Microsoft non ha quindi intenzione di lanciare il guanto a Avaya o Cisco, ma la competizione ci sarà inevitabilmente: aggiungere una piattaforma software di unified communications a un serve r, significa infatti rinunciare all’acquisto di tecnologia PBX. Tuttavia la sovrapposizione fra i business riguarda solo una manciata di funzionalità. L’ingresso di Microsoft nel mercato del voice communications, potrebbe complicare la migrazione business al VoIP. Wainhouse Research ritiene invece il mercato abbastanza grande per tutt i, e Microsoft non potrà realmente competere, per lo meno con le grandi aziende. A breve termine l’offerta di Microsoft uò essere allettante solo in ambito Pmi. Infine i tecnici del settore fanno notare che il Session Initiation Protocol (SIP), rispetto a sistemi proprietari più qualificati, è adatto all’integrazione di applicazioni, ma è limitante per sistemi più complessi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore