Analisti e consumatori si interrogano su Windows XP

Workspace

Microsoft avrebbe alzato di proposito i requisiti hardware del nuovo sistema operativo?

Secondo alcuni osservatori, Microsoft avrebbe innalzato di proposito i requisiti minimi del suo nuovo sistema operativo, Windows XP, per spingere sulla domanda di hardware. I requisiti minimi di sistema per la seconda versione beta di XP prevedono infatti un Processore Pentium II a 300MHz e 128 Mb di RAM. Per fare un confronto, si pensi che Windows 2000 Professional, la versione corrente del sistema operativo Microsoft, richiede un Pentium 133 e 64 Mb di RAM. Non vedo per quale motivo dovremmo passare a XP. La maggior parte dei pc ha già un hardware sovradimensionato per le necessità del lavoro dufficio quotidiano. Ed è veramente fastidioso essere costretti a fare un upgrade senza ottenere alcun reale beneficio spiega Ian Fearing, responsabile IT della Kaulex Textron, unazienda produttrice di componenti per auto. Nick McGrath, product manager di Windows alla Microsoft, ha affermato che le specifiche tecniche di XP devono ancora essere definite. Ha ammesso che il nuovo sistema operativo potrà richiedere computer dalle performance più elevate, ma ha detto che è comunque ancora presto per stabilire quale sarà la velocità minima del processore e la quantità minima di RAM necessari per far girare Windows XP.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore