Anche Cisco potrebbe ristrutturare

AziendeMercati e Finanza

Il Ceo di Cisco John Chambers preferisce parlare di ristrutturazione e riallineamento, piuttosto che di tagli. Ma 1500-2000 posti di lavoro sono a rischio. Il fatturato è calato per la prima volta dal 2003

La crisi è globale, e neanche Cisco è immune: il Ceo John Chambers prevede un declino del fatturato del 15%-20% nel terzo trimestre. Il titolo di Cisco, nel dopo borsa, ha perso terreno (-4%).

Il Ceo di Cisco John Chambers preferisce parlare di ristrutturazione e riallineamento, piuttosto che di tagli. Tuttavia, è probabile che anche Cisco (che oggi conta 67.318 impiegati) debba tagliare i costi, cancellando 1500-2000 posti di lavoro.

Nel secondo trimestre, il fatturato è calato del 7,5% a quota 9,1 miliardi di dollari. Il fatturato è calato per la prima volta dal 2003. Gli utili hanno avuto una flessione passando da 2,1 a 1.5 miliardi di dollari, ovvero da 33 centesimi a 26 centesimiper azione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore