Anche Facebook abbandona il Blackberry

Mobile OsMobility
BlackBerry acquista Encription
0 0 Non ci sono commenti

Blackberry esprime disappunto per la decisione di Facebook: chiede ai supporter di usare l’hashtag #ILoveBB10Apps, per chiedere al social network e a Whatsapp di tornare sui loro passi

Dopo Whatsapp, anche Facebook abbandona il supporto al Blackberry. Significa che gli utenti di Blackberry dovranno usare la versione mobile del sito per connettersi al social network. L’azienda canadese esprime disappunto per la decisione del numero uno dei social media: chiede ai supporter di usare l’hashtag #ILoveBB10Apps, per chiedere a Facebook e WhatsApp di tornare indietro sui loro passi.

Anche Facebook abbandona il Blackberry
Anche Facebook abbandona il Blackberry

Whatsapp, proprietà di Facebook, aveva già annunciato la fine del supporto al sistema operativo Blackberry per fine 2016. La discontinuità vle anche per il recente modello Priv. Il termine del supporto colpirà anche le piattaforme: Symbian sui telefonini Nokia, versioni datate (ed insicure) di Android e Windows Phone 7.1.

“Quando abbiamo lanciato WhatsApp nel 2009 – spiegava una nota ufficiale in un post sul blog – l’uso da parte della gente dei dispositivi mobili era molto differente da oggi. L’App Store di Apple aveva solo pochi mesi di vita. Circa il 70% degli smartphone venduti al momento avevano sistemi operativi offerti da BlackBerry e Nokia. I sistemi operativi mobili offerti da Google, Apple e Microsoft – che rappresentano il 99,5% delle vendite di oggi – erano meno del 25% dei dispositivi mobili venduti al momento”.

E, in effetti, dal 2009 ad oggi è tutto cambiato. Attualente Android detiene oltre l’80% del mercato, iOS è la seconda piattaforma del mercato con il 16,2%, e, a grande distanza, Windows è il terzo OS e Blackberry, sceso soto l’1%, sta abbandonando il suo OS per Android.

La società d’analisi IDC prevede che le vendite di smartphone rallenteranno, passando da una crescita del 28% di solo due anni fa all’incremento del 5.7% stimato per quest’anno. UBS ritiene che i produttori di smartphone genereranno ricavi per 323 miliardi di dollari, in declino dell’1.4%. Apple da sola detiene metà del fatturato e più di tre quarti di tutti i profitti, secondo Strategy Analytics. Un terzo del fatturato di Google, pari a 75 miliardi di dollari nel 2015, dovrebbe derivare dal mobile advertising su Android.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore