Anche in Italia Windows Media Center

Sistemi OperativiWorkspace

Microsoft annuncia la disponibilità del sistema operativo Windows Media Center in altri cinque paesi, dopo Stati Uniti e Corea. Tra questi anche il nostro paese.

Dietro l’annuncio dell’arrivo del sistema operativo Windows Media Center, c’è sicuramente un grande lavoro da parte di Microsoft, per renderlo sempre più appetibile a un gran numero di utenti. Oltre a Stati Uniti e Corea, Media Center sarà disponibile entro la fine dell’anno anche in Italia, Austria, Australia, Olanda e Svizzera. Questa, secondo alcuni analisti, potrebbe essere la prima mossa di Microsoft per far diventare Media Center un prodotto a largo consumo. Gli esperti ritengono che entro un anno, un anno e mezzo, Media Center possa diventare il sistema operativo standard per tutti i computer di fascia media e potrebbe anche diffondersi tra i notebook. Queste affermazioni non sono state commentate dalla società americana. Microsoft, oltre a curare la diffusione del sistema operativo, sta cercando di spingere i produttori a migliorare le prestazioni dei computer che si basano su Windows Xp Media Center Edition, e l’argomento è stato ampiamente discusso nel corso della recente edizione di Windows hardware engineering conference. Le prime uscite dei computer Media Center non sembra abbiano dato i risultati sperati e questo ha spinto Microsoft a un notevole lavoro di revisione e miglioramento. Secondo le dichiarazioni della stessa multinazionale americana, tutti quelli che contribuiscono alla realizzazione delle macchine, dai produttori di schede grafiche agli schermi, ai sintonizzatori, debbono impegnarsi a migliorare la qualità e le prestazioni del computer. Perché è questo che il pubblico si aspetta. Attualmente Microsoft sta lavorando sulla terza generazione del software, una speciale versione destinata a Windows Xp, che dovrà rispondere alle sempre più forti esigenze legate al mondo multimediale. Questa versione, infatti, sarà in grado di gestire musica, video e immagini e utilizzerà una specie di set top box, chiamato Media Center Extender, che consentirà di vedere il contenuto del computer sul televisore di casa posto in un’altra stanza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore