Anche Kaspersky dice la sua sul caso Vista

Sicurezza

Continua l’ondata di polemiche dei principali produttori di soluzioni per la
sicurezza informatica contro le nuove funzioni di protezione inserite nel
prossimo sistema operativo di Microsoft

Anche Kaspersky, nota azienda antivirus russa, ha dato un’opinione su Windows Vista, il prossimo sistema operativo di Microsoft, appena rilasciato nella versione RC2. Durante le scorse settimane il sistema operativo è stato oggetto di dure critiche da parte di alcuni importanti vendor di sicurezza. Microsoft è stata accusata da Symantec e Mcafee di voler “tagliare fuori” i vendor di sicurezza dal kernel di Vista, a loro avviso, nel tentativo di ” soffocarli” sul mercato della sicurezza, un settore in cui il colosso si è lanciato di recente. Kaspersky Lab non è di questo avviso: secondo l’azienda russa Vista non renderà più difficile il funzionamento dei prodotti antivirus ” third-party”. Come già fatto precedentemente da Sophos, anche Kaspersky si colloca fuori dal coro dei critici, dichiarandosi convinta che le nuove funzioni inserite nel sistema operativo Microsoft non disturberanno significativamente il mercato dei fornitori storici di soluzioni di sicurezza. A questo punto il Caso Microsoft Vista registra un pareggio, con la coppia Symantec/McAfee contraria e quella Kaspersky/Sophos a favore.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore