Anche la Sicilia avrà il suo portale

Aziende

La business intelligence di Datamat usata per costruire il portale "eBe" dedicato alle Pmi siciliane e alle realtà associative e istituzionali presenti nell’isola

Presentato a Palermo l’ Electronic Business Engine (eBe), un progetto cofinanziato da Lumsa, (Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e dall’Unione Europea) per lo sviluppo della piccola e media imprenditoria siciliana. Attraverso il Centro Studi sugli Scenari Urbani (Cssu), il progetto punta a integrare metodologie di analisi, tecnologie di Business intelligence (Bi) e supporti informatici, al fine di condividere le competenze tra l’Università e i soggetti istituzionali ed economici che operano a livello territoriale. All’interno del progetto eBe, Datamat sta curando la realizzazione di un sistema informatico (il Portale eBe) che dota il Cssu di strumenti idonei alla gestione della base di conoscenza sul tessuto imprenditoriale locale. Il portale si rivolge sia alle imprese, impegnate in scelte strategiche e commerciali, sia alle istituzioni pubbliche e finanziarie, che potranno condurre analisi utili per la comprensione dei fenomeni imprenditoriali e di sistema.

“Per la realizzazione del progetto era necessaria un’architettura innovativa, che integrasse strumenti conoscitivi, direzionali e operativi, tecnologicamente e funzionalmente, consentendo l’accesso ai diversi utenti, attraverso un’unica interfaccia Web ? spiega Luca Ferri, responsabile del settore business intelligence nella divisione Governo e Istituzioni di Datamat ? Grazie alla nostra esperienza nel campo della Bi, siamo riusciti a centrare questo obiettivo e a realizzare una soluzione innovativa che permetterà a imprese, associazioni di categoria, enti locali e istituzioni finanziarie, di fruire dei servizi in modo interattivo, guidato e personalizzato”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore