Anche l’Europa pensa al riciclaggio

Workspace

Panasonic, Thomson e Jvc insieme, per creare un sistema europeo per il
riciclo dei prodotti e del materiale elettrico ed elettronico.

Dopo l’annuncio di un programma di riciclaggio di computer e periferiche da parte di Dell e Hp nell’ambito del mercato statunitense, ora è la volta dell’Europa. A parlarne fattivamente tre colossi dell’industria, quale Thomson, Panasonic e Jvc, che hanno deciso di collaborare per creare un vero e proprio sistema operativo per il riciclaggio di tutti i prodotti elettrici ed elettronici, in osservanza a quanto previsto dalla normativa europea. L’accordo tra le tre società si traduce in tre punti: 1) introdurre un sistema di riciclo in ogni stato europeo dove sistemi collettivi di tipo industriale o di settore esistenti non siano applicabili o non siano competitivi; 2) supervisionare tutte le operazioni di riciclo, se e dove necessario; 3) invitare ogni altro produttore e riciclatore a far parte di questo sistema organizzativo di riciclo. Rientrano nel progetto non solo i prodotti di elettronica di consumo e l’intero comparto Ict, ma anche quanto fa parte della categoria dei “bianchi”, elettrodomestici e quant’altro. Nella prima fase il programma si focalizzerà sul mercato tedesco, ma in prospettiva si prevede di allargare l’iniziativa agli altri paesi del vecchio continente, con un programma adattato alle diverse esigenze locali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore