Anche Logitech taglierà i posti di lavoro

Aziende

La riduzione colpirà il 15% della forza lavoro dell’azienda

Dopo le voci di ristrutturazioni riguardanti Ibm , Microsoft, Dell, Sony e Lenovo, arriva una nuova doccia nel mercato hi-tech: anche Logitech taglierà il 15% dei posti di lavoro.

Logitech affronterà la ristrutturazione, a causa della debolezza dei mercati a livello globale e su tutto il canale. I termini esatti della ristrutturazione verranno annunciati da Logitech nel corso di una conference call prevista il 20 gennaio.

Logitech ha molto cash ed è senza debiti, ma la recessione morde anche i big dell’It.

Ricordiamo che a fine dicembre A T&T ha annunciato esuberi per 12,000 dipendenti, pari al 4% della forza lavoro. Anche Viacom ridurrà del 7% i dipendenti, pari a 850 esuberi, secondo Gawker . Anche RealNetworks sta tagliando circa 130 posti di lavoro, pari al 7,5% della forza lavoro.

Ieri Adobe ha annunciato di tagliare 600 posti di lavoro, a causa dell’impatto della recessione nel quarto trimestre.

Nel valzer di ristrutturazioni e ridimensionamenti , Sun prevede tagli tra il 15 e il 18 percento, tra le Tlc anche Vodafone potrebbe annunciare licenziamenti di dipendenti in Europa. Ristrutturano anche Hp, eBay, Yahoo!, Xerox, Symantec, EA, Amd, Nokia-Siemens, Motorola, Nortel, Wired e Six Apart.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore