Anche Microsoft avrà il suo P2p

NetworkProvider e servizi Internet

Si chiama Avalanche, si inspira a BitTorrent. Ma promette legalità e tutela del diritto d’autore

Anche Microsoft ha ceduto alle sirene del peer to peer: la tecnologia Avalanche sarebbe prossima alla release pubblica. Si tratta di una versione di P2p riveduta e corretta all’insegna della tutela del copyright. Del resto Microsoft è fiera avversaria della pirateria, ma non per questo non vuole approfittare del successo planetario di piattaforme di file sharing, il cui uso lecito conta su fiorenti business. Avalanche sarà un sistema peer to peer che funziona in analogia alla distribuzione dei file .torrent da parte di BitTorrent: ma, a differenza di quest’ultimo, funzionerà in abbinamento a tecnologie di digital right management (Drm), per evitare il file sharing di contenuti in violazione delle leggi sul diritto d’autore. Infine, sotto il profilo tecnologico, Avalanche si distinguerà per il re-encoding, un sistema per accelerare il download rispetto all’applicativo torrentizio di BitTorrent.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore