Anche Microsoft contro Flash: IE9 apre a Html5 via codec H.264

ManagementMarketing

Non c’è solo il Ceo di Apple, Steve Jobs, a incrociare le spade contro Flash: anche Internet Explorer 9, la prossima versione del browser di Microsoft, sfrutterà Html5 via codec H.264

Microsoft ha già sfidato Adobe con Silverlight contro Flash e con la suite Expression. Dunque non sorprende che Microsoft scenda in camo nell’arena degli “anti Flash”. A fare compagni allo “J’accuse” del Ceo di Apple, Steve Jobs, è anche il browser del colosso di Redmond, Internet Explorer 9 che sfrutterà Html5 via codec H.264.

“Il futuro del web è HTML 5”: lo ha detto Dean Hachamovitch, general manager di Internet Explorer sul blog. L’Html5, sviluppato con il W3c, promette di consentire lo sviluppo di applicazioni Web più ricche ed interattive.

Microsoft supporta H.264: “Internet Explorer 9 supporterà il playback dei video nel solo formato H.264”. Il W3C aveva in realtà scelto il concorrente open source Ogg Theora come codec video ufficiale di HTML 5, ma Google, poi Apple e ora Microsoft preferiscono il  codec H.264, meno “goloso” di banda: H.264 offre qualità Dvd (standard MPEG-2) alla metà del bitrate di questo.

Mozilla, Wikipedia e Opera Software supportano Theora, open source e gratuito. H.264 invece non è gratuito: la sua implementazione obbligherà a pagare i costi di licenza al gruppo MPEG.

“Flash ha alcuni problemi, soprattutto in termini di affidabilità, sicurezza e performance”, ha detto Dean Hachamovitch, seguendo le orme di Steve Jobs.

“Nonostante le varie tematiche – conclude Microsoft – il ruolo attuale di Flash rimane importante nel consegnare all’utente una buona esperienza di navigazione web”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore