Ancora accuse di violazione dellantitrust per Microsoft

Management

Linclusione del media player e del sistema di instant messaging impedirebbe una concorrenza corretta

Il nuovo Windows Xp non è ancora uscito e già iniziano a muoversi i legali per possibili violazioni delle normative antitrust. I legali Richard Blumenthal del Connecticut e Tom Miller dellIowa, hanno osservato che Microsoft sta ripetendo i suoi tentativi di mantenere ed estendere il suo monopolio. Laccusa si rivolge in particolare al fatto del rilascio, assieme al sistema operativo, del media player e del client per linstant messaging. I due avvocati si sono detti molto preoccupati del fatto che la strategia per il nuovo Windows Xp, potrebbe precludere di fatto la competizione con nuove piattaforme. Ruvida la risposta arrivata da Redmond Ci dispiace molto che i nostri competitor continuino a dare informazioni erronee sui prodotti Microsoft. Si vede che fa parte della loro strategia attivare le lobby di controllo sul mercato che puntare ad innovare e migliorare i loro prodotti. Miller e Blumenthal hanno comunque smentito le notizie che li volevano promotori di una nuova causa antitrust Ci concentreremo sulla causa antitrust già in corso. Steve Ballmer, ceo di Microsoft, ha già comunque fatto sapere che la società non ha al momento intenzione di accettare la divisione suggerita ventilata dalla prima sentenza della Corte.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore