Ancora animali maltrattati su Internet

Network

Troppe immagini di cattivo gusto presenti su Internet senza alcuna giustificazione

Di Michele Iaselli LONDRA. Collegandosi allindirizzo del sito inglese Puppy Bowling http://www.whitedust.demon.co.uk/scabbydog/puppybowl.html e possibile vedere delle immagini particolarmente sgradevoli che pubblicizzano un nuovo sport, che altro non e che il bowling con una variante sconcertante, cioe la sostituzione delle tradizionali palle di bowling con poveri cani di piccola taglia. Queste immagini hanno provocato limmediata reazione indignata del popolo della rete e gia da un po di tempo gira una comunicazione e-mail con il solito sistema dello spamming, che invita i destinatari ad aderire ad una campagna di protesta contro questo nuovo sport, inviando la comunicazione con il proprio nome in calce ad altri destinatari, tipo catena di S. Antonio. Internet e un mondo che ormai ha raggiunto una rilevanza e delle dimensioni insospettabili milioni di documenti, immagini, filmati, files circolano in Rete ogni giorno e provengono ormai da tutte le parti della terra. Inevitabile, quindi, che qualche buontempone (ne sono parecchi per la verita) si diverta a creare siti un po troppo particolari con contenuti violenti, raccapriccianti, offensivi, che non hanno alcun obiettivo se non quello di turbare chi si imbatte di fronte a determinate immagini. In considerazione delle notevoli potenzialita di Internet, e necessario un giusto ed equilibrato bilanciamento tra la tutela della liberta di manifestazione e circolazione del pensiero e la tutela di altri interessi giuridicamente rilevanti che assumono anchessi un rango di carattere costituzionale e potrebbero essere lesi da un esercizio sconsiderato della liberta in questione. Si pensi ad es. allonore, alla reputazione, alla dignita personale, alla riservatezza, al buon costume, alla morale pubblica. Di conseguenza la soluzione deve essere trovata caso per caso di fronte ad un potenziale conflitto, cercando di tutelare linteresse ritenuto preminente. Il problema e che nel caso di specie non si riesce a trovare alcuna satira e quindi alcuna manifestazione del pensiero, essendo le immagini (probabilmente rielaborate) fini a se stesse e definite dallo stesso responsabile del sito stupide. [STUDIOCELENTANO.IT]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore