Android contro iOS: la sfida si sposta su apps e advertising mobile

AziendeMarketingMercati e FinanzaMobile OsMobilityWorkspace

Due diversi studi, uno di Idc e uno di Millennial Media, mostrano Android in grande crescita. Sia sul fronte dello sviluppo delle Web Apps sia su quello dell’advertising mobile

Android contro iOS significa Google contro Apple: non solo nel mercato smartphone ma anche (e soprattutto) nel mercato dei tablet, dove i tab Android sfidano direttamente iPad (per non parlare del nascente mercato dei set-top-box per le Internet Tv). Due mercati in crescita a doppia cifra, dove la competizione è quanto mai aggressiva. Adesso Idc, insieme ad Appcelerator Titanium, ha fotografato il grado di “simpatia” degli sviluppatori verso le piattaforme (Android e iOS) presenti sul mercato: dall’esame delle risposte dei developer di software per gli application store (Android Market o Apple App Store) emerge che a lungo termine Android vincerà su iOS.

La ricerca, condotta in due fasi temporali distinte (una prima dell’estate, una più recente), mostrava che all’inizio il 54% dava prevalente Android (contro il 40,4% a favore di iOS), ma oggi il 58,6% ritiene che Android batterà iOS, rispetto al 34,9% a favore di iOS. Il gap fra le due piattaforma si allarga ed è sintomo del successo di Android. Per la cronca: già Android ha sorpassato iOS (fonte: Gartner).

Anche se Apple, su pressione dell’Antitrust, ha deciso di “aprire qualche spiraglio” su App Store, in realtà la mossa potrebbe essere tardiva.

Ma la crescita di Android si evince anche da altri segnali e altri mercati: come quello dell’advertising mobile. Ad agosto MobileMix fotografava in un solo mese una crescita del 39% per Android delle richieste advertising (e cioè il numero di volte in cui una pubblicità mobile viene cliccata): l’incremento rispetto a gennaio era a tripla cifra del 996%. In questo settore l’iPhone domina con il 48% (contro il 26% di Android): ma è in calo dal 56% di luglio e dal 55% di giugno. Inoltre le Ad request per iPad erano balzate del 76%, ma in calma piatta a luglio.

Insomma Android è in grande spolvero su vari fronti. E non è un caso che Eric Schmidt, Ceo di Google, in una conferenza pubblica abbia detto di essere l’anti-Apple e abbia criticato la rivale per la “chiusura” e ne ha abbia stigmatizzato certe scelte (come quella contro Flash). Secondo Google devono essere gli sviluppatori a poter decidere, e il mercato libero a scegliere (anche fra Html5 e Flash per vedere i video in Rete).

Millennial Media
Millennial Media
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore